La novità del riso rosso per eliminare il colesterolo: ecco di cosa si tratta

Avete mai sentito parlare del riso rosso fermentato? Il riso rosso fermentato è il prodotto della fermentazione del riso per opera del lievito Monascus purpureus. Ma a cosa serve questo riso rosso? Iniziamo con il dire che un’opportuna fermentazione del riso ad opera del Monascus purpureus va ad arricchire il prodotto finale di alcune sostanze simili ai farmaci che vengono maggiormente utilizzati per combattere il colesterolo alto (le statine) essendo in grado di aiutare moltissimo a ridurre i livelli di colesterolo e i trigliceridi presenti nel nostro sangue.

Per questo motivo il riso rosso fermentato viene proposto anche sotto forma di integratori per mantenere i livelli di colesterolo nella norma o riuscire a ridurli quando si è già alle prese con la difficile problematica di colesterolo alto. Inoltre il riso rosso viene proposto anche contro l’indigestione e la diarrea, per migliorare la circolazione del sangue, ma anche per promuovere la salute di milza e stomaco.
L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha autorizzato il claim secondo cui la monacolina K (sostanza presente nel riso rosso fermentato) contribuisce al buon mantenimento dei livelli ematici del colesterolo nella norma.

Questo claim può però essere utilizzato solamente nel caso i cui i prodotti che forniscono un apporto giornaliero di monacolina K da riso rosso fermentato, siano pari a 10 mg e il consumatore deve essere assolutamente messo a conoscenza del fatto che gli effetti benefici possono essere ottenuti con un’assunzione giornaliera che sia pari a 10 mg. Vediamo però se ci sono avvertenze o possibili controindicazioni nell’assunzione del riso rosso.

Il riso rosso fermentato potrebbe avere effetti collaterali a livello di fegato e per tale ragione ne è sconsigliata l’assunzione in caso di problemi epatici, se si è consumatori regolari di alcolici oppure in caso di terapie che possano a loro volta danneggiare quest’organo. E’ anche bene sapere che potrebbe inoltre interferire con i trattamenti a base di ciclosporine e gemfibrozil e assumerlo con delle statine potrebbe soltanto aumentare pericolosamente il rischio di effetti collaterali, mentre i farmaci metabolizzati dal citocromo P450 3A4 possono andare a ridurre la sua velocità di degradazione.

E’ importante essere a conoscenza del fatto che sia il riso rosso fermentato che la niacina possono influenzare la salute dei muscoli e quindi, assumerli contemporaneamente, potrebbe aumentare notevolmente il rischio di problemi muscolari. Ci teniamo comunque a sottolineare che le informazioni riportate rappresentano soltanto delle indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico.