Il tonno in scatola non è mai stato così buono: ecco quale comprare

Il tonno in scatola è uno degli alimenti che non può di certo mancare nel carrello della spesa e nella dispensa di tutti gli italiani, i quali ne fanno un consumo massiccio, proprio per questo il tonno sott’olio è uno dei prodotti preferiti nel nostro Paese. Ecco perché ci sono alcune cose che è bene sapere. Come prima cosa dobbiamo dire che i consumatori totali di tonno sono il 94% della popolazione, circa 1 italiano su 2 lo mangia ogni settimana e lo conserva nella propria dispensa. Inoltre, ben 7 italiani su 10 lo inseriscono tra i 5 alimenti cui non saprebbero rinunciare (insieme alle carni bianche, ai legumi, allo yogurt e alla bresaola).

Il 65% dei consumatori abituali! pensa che in ogni barattolo o scatoletta di tonno, ci siano conservati. In linea di massima è così, infatti sono presenti vari additivi conservanti, perché il prodotto ne ha bisogno, ma fortunatamente, queste sostanze, non devono superare una certa soglia per non diventare nocive. Spesso però accade che effettuando alcune ricerche, risultino alti livelli (fin sopra la soglia consentita per legge) di pesticidi e additivi. I quali vengono aggiunti in grande quantità, per far sì che il prodotto si mantenga sano, compatto e ben lucido fino all’apertura.

Gli esperti in questione, hanno giustamente pensato di far esaminare ben 25 differenti marchi di tonno in scatola, le quali sono rigorosamente vendute in lattina e vanno dai 60 grammi ai 110 grammi. Questa importante ricerca ha permesso di valutarne la qualità, (dunque la sicurezza garantita al consumatore), le molteplici caratteristiche organolettiche del prodotto e il loro stato, ed infine, soprattutto la completezza generale del l’alimento, ovvero l’affidabilità delle notizie che vengono riportate sull’etichette dei prodotti.

Inoltre, ci teniamo a puntualizzare che tutte le marche prese in considerazione in questo test, sono state in un primo momento assaggiate e successivamente valutate, tenendo sempre un conservazione il gusto, proprio per garantire la massima precisione del test effettuato. Queste ricerche, sono state di fondamentale importanza per riuscire a decretare con esattezza, quale sia il tonno migliore e quale, invece, il peggiore in assoluto (quello da evitare assolutamente) sul mercato in questo periodo.

Dunque, il migliore tonno sott’olio, secondo la ricerca è senza dubbio un tonno a trancio intero, il quale non solo è riuscito ad ottenere il primo posto, ma è riuscito anche ad avere un notevole distacco dalle altre marche altrettanto famose. Al contrario, per quanto riguarda il tonno peggiore invece, il posto è stato occupato da ben più marche a pari merito, e questo non è del tutto rassicurante.