Mangiare cibo per gatti: pazzesco, ecco cosa può accadere

Con l’avvento del lockdown sono stati veramente tanti gli italiani che hanno deciso di adottare un animale domestico, specialmente i gatti. Si tratta di una tendenza costantemente in crescita, che ha fatto sì che molti gattili finalmente si svuotassero e che molti gattini venissero tolti dalla strada, luogo che per loro rappresenta un grave pericolo. I gatti sono degli animali che, a differenza di come in molti credono, hanno bisogno di costanti attenzioni e di crearsi una buona e salutare routine giornaliera, a partire dall’alimentazione.

Tanti padroni si sono chiesti di cosa sapesse il cibo che comprano per i loro amici a quattro zampe e, soprattutto, se sia commestibile per noi umani. Qualcuno più temerario ha deciso di assaggiare croccantini, patè o altre pietanze feline: non hanno avuto gravi conseguenze. Noi abbiamo deciso di chiedere il loro prezioso parere ai nostri esperti, vediamo insieme cosa potrebbe accadere se decidessimo di ingerire del cibo destinato al nostro piccolo amico a quattro zampe.

Come già detto, queste persone che hanno deciso di provare questi alimenti non hanno gravi conseguenze a livello fisico, se la sono cavata con alcuni disturbi gastrointestinali. Gli esperti ci indicano che il cibo che viene formulato per i nostri amici felini viene studiato e costituito in modo tale da apportare all’animale i nutrienti di cui necessita per avere uno stile di vita sano senza carenze nutrizionali. Certamente i bisogni di un gatto sono estremamente diversi da quello di noi umani: quindi, non ci comporta gravi conseguenze ma di certo stiamo assumendo solo un parte dei nutrienti di cui necessitiamo.

Qualora si trattasse di un esperimento occasionale non dobbiamo assolutamente preoccuparci, non ci accadrà nulla di dannoso, ma nel caso in cui questa si consolidasse come un’abitudine quotidiana, potremmo andare incontro a gravi carenze nutrizionali, in quanto verrebbero a mancare importanti vitamine, proteine, minerali e zuccheri vari. Questo potrebbe causare gravi danni al nostro sistema immunitario, finendo per indebolirci e quindi renderci maggiormente suscettibili ad eventuali batteri o virus patogeni aventi la capacità di instaurare patologie.

Altro grande fattore da evidenziare è che il cibo destinato ai gatti è spesso costituito da materie prime di bassissima qualità, quelli che per noi sono considerati scarsi. La carne utilizzata è, quasi sempre, importata da paesi stranieri in cui le norme igieniche e sanitarie non vengono assolutamente rispettate e gli animali provengono da allevamenti intensivi. Ciò accade poiché non vi è l’obbligo legale di dichiarare la provenienza delle carni.