Camomilla, ecco le sue proprietà benefiche: la lista completa

Tutti abbiamo bevuto almeno una volta nella vita una buona e calda camomilla, chi con lo scopo di conciliare il sonno, chi per allontanare i brutti pensieri e le preoccupazioni e chi invece semplicemente per prendersi un piccolo momento di tranquillità con se stessi o con qualcuno di caro con cui scambiare quattro chiacchiere serali. Diciamo che bere una buona camomilla non è mai una cattiva idea. Anzi per molti di noi è diventato un vero e proprio rito irrinunciabile. Alcuni pensano che non c’è modo migliore di concludere la giornata.

Ma se pensate che le qualità di questa pianta si limitano a questo, non avete capito proprio niente, poiché c’è un intero mondo da scoprire sui mille utilizzi di questa pianta. Prima di placare la vostra curiosità, cerchiamo di apprendere qualche nozione generale ma allo stesso tempo fondamentale su questa pianta. La camomilla è una pianta estremamente diffusa, in tutta Europa ma la ritroviamo anche in alcune piccole parti dell’Asia. I suoi innumerevoli effetti benefici e blandamente sedativi sono stati sfruttati sin dall’antichità, in impacchi, nebulizzazioni e, ovviamente in infusi (metodo più diffuso).

La pianta solitamente, cresce senza bisogno di essere coltivata in prati, orti ed alcune volte possiamo ritrovarla anche in aperta campagna. Riusciamo a riconoscerla sin da subito a causa dei suoi particolari fiori. Attenzione però, sfatiamo un falso mito, la camomilla non è un sedativo come molti erroneamente credono, questo perché i suoi effetti benefici, non incidono sul sistema nervoso centrale, ma nonostante ciò riesce in modo simile a rilassare il nostro organismo. Ecco quando possiamo utilizzarla. Il primo metodo che vi illustro è anche quello dove la camomilla riesce ad incidere in maniera notevole, mi riferisco alla sua straordinaria capacità di alleviare crampi e dolori in generale, soprattutto quelli mestruali.

Anche le nostre nonne sostengono fermamente, che per far fronte ad un semplice mal di pancia, non c’è rimedio migliore che non sia una tisana calda. Possiamo berla anche quando abbiamo un po’ di pesantezza, dovuta a un pranzo o ad una cena abbondante, proprio perché può essere utilizzata anche come digestivo. La camomilla ha perfino un effetto tonico sulla pelle, dovuto alle proprietà astringenti contenute in essa, le quali agiscono positivamente sulla pelle soprattutto su quella mista o grassa, riequilibrando in sebo, diminuendo le impurità. Infine, non potevano non citare gli oli essenziali, a base di camomilla, i quali hanno un’azione protettiva ed antinfiammatoria, proprietà ottime proprio per chi soffre di pelli colpite da acne.