Questa pasta è la più scadente in commercio in assoluto: non comprarla mai

I consumatori di pasta più fedeli di tutta Italia, si sono schierati contro tutte quelle famose marche che promettevano qualità ma che poi non la raggiungevano nemmeno lontanamente. Una nota testata giornalistica, si è interessata parecchio a questa polemica, dedicandogli addirittura un intero servizio dal quale, peraltro, sono emersi dei dati molto interessanti e per nulla rassicuranti, che riguardano alcuni vari tipi di pasta Italiana considerati peggiori tra tutti quelli presenti in commercio.

Nella nostra vita siamo abituati a mangiare davvero di tutto e molto spesso (se non sempre) lo facciamo senza preoccuparci minimamente della qualità, ma siamo sempre sicuri di ciò che ingeriamo? Purtroppo nell’arco della nostra intera esistenza, non sempre consumiamo elementi salutari e di provenienza realmente certificata, perché spesso gli alimenti da noi cucinati e mangiati, vengono trattati con alcune sostanze che non fanno per niente bene alla nostra salute, ovvero i pesticidi e molte altre sostanze nocive che vanno soltanto a ledere la loro bontà e la loro genuinità.

Dunque, al fine di informare il consumatore su tutto ciò, in modo tale che possa evitare qualsiasi ripercussione sulla propria salute, è di estrema importanza che tutti sappiano quali sono i cibi davvero genuini e al contrario quali, invece, che sarebbe meglio evitare assolutamente. Seguendo questa logica, in quest’articolo vogliamo porre un particolare interessare sulla tanto amata pasta Italiana che è proprio uno tra gli alimenti più prodotti e consumati. Secondo le ricerche condotte dalla testata giornalistica di cui parlavamo prima, sono quindi emerse delle terrificanti e raccapriccianti novità, riguardanti l’uso della farina contaminata, in quanto contenente una certa quantità di pesticidi e di Glifosato.

L’inchiesta ha riguardato ben 24 diversi marchi di pasta Italiana, e man mano che le ricerche andavano avanti, i risultati diventavano sempre più scoraggiati, dato che in alcune di queste paste esaminate non è stato trovato solo il glifosato, ma sono state ritrovate anche alcune microtossine, specificatamente di Deossinivalenolo, le quali rappresentano un rischio davvero molto serio per la salute fisica di tutti noi, soprattutto se si tratta di bambini piccoli oppure di anziani.

Per fortuna i valori di queste sostanze nocive, si trovano ben al di sotto della massima soglia prevista e consentita dalla legge italiana ma nonostante ciò, gli esami hanno riscontrato anche la presenza di più di due sostanze nocive nello stesso marchio di pasta, e questo vuol dire che è assolutamente tossico. Infatti, gli esperti ci dicono che, seppur i valori sono più bassi rispetto alla soglia prevista per legge, non è comunque salutare e rassicurante consumare questi alimenti.