Ecco come mangiare nutella senza ingrassare: “da non credere”

Oggi parliamo della fantastica Nutella, chi non la ama sopra ogni cosa? Si tratta infatti della crema spalmabile più conosciuta, famosa e amata in Italia ma anche nel resto del mondo, sia dai grandi che dai piccini. Nata ad Alba, nell’azienda Ferreroper opera di Michele Ferrero, essa è subito diventata una vera delizia universale senza precedenti grazie alla sua composizione di: zucchero, olio di palma, cacao, nocciole, latte, lecitina di soia e vanillina. Il suo nome deriva dal sostantivo inglese “nut”, che significa «nocciola» con l’aggiunzione del suffisso italiano “ella” al fine di raggiungere un nome orecchiabile e rappresenta di fatto la crema spalmabile più venduta in tutto il mondo, con una produzione che arriva a 365.000 tonnellate ogni anno.

Sebbene la quantità di calorie che apporta sia piuttosto elevata (quasi 550 Kcal ogni soli 100 grammi di prodotto), la Nutella a differenza di molti altri alimenti come pane, marmellate e frutta presenta un basso indice glicemico. Il livello della glicemia nel sangue è molto importante per l’aumento e per la perdita di peso, infatti, l’aumento di zucchero nel sangue dopo il pasto, induce una secrezione ormonale, precisamente dell’ormone chiamato insulina, che ha la funzione di ridurre la quantità di zucchero nel sangue, favorendo un buon accumulo di glucosio a livello epatico e muscolare.

La Nutella ha un indice glicemico basso proprio perché lo zucchero è accompagnato da una quantità di grassi non indifferente che vanno a rallentare il suo assorbimento, non innalzando di molto la glicemia e rallentando la secrezione dell’insulina. La Nutella non sembra però di fatto essere il grande demone ritratta così da milioni e milioni di persone. A sorpresa essa è più salutare dei cereali che vengono mangiati a colazione da molti bambini italiani che presentano, invece, un indice glicemico di 84. I cereali infatti presentano un alto contenuto di zuccheri che vanno a scatenare bruscamente tutto il processo insulinemico.

Una colazione fatta come quella che avviene nello spot della Nutella, cioè con un cucchiaio di Nutella spalmata su una fetta di pane integrale o su una fetta biscottata è di sicuro migliore di una tazza di latte parzialmente scremato con dei normali cereali da colazione dentro. Ci sono di fatto tantissimi altri alimenti molto più pericolosi della Nutella. E’ ovviamente chiaro che non bisogna di certo consumare dosi elevate di crema spalmabile ma va benissimo fare una colazione con un paio di fette di pane spalmate con la Nutella.