Quanto può stare aperta la salsa di pomodoro? “Attenzione”

Riporre il cibo nella dispensa o in frigorifero, non è così sicuro come si pensa, infatti possono trasformare gli alimenti da sani e nutrienti a tossici solo per una cattiva conservazione. Tutto ciò la maggior parte delle volte è causato dal tempo. Vediamo insieme quanto tempo è possibile mantenere un determinato alimento in frigorifero, scoprendo inoltre, nuove regole e i consigli che ti aiuteranno a gestire correttamente le scorte in frigo. Cominciamo, col dire che non tutti sanno che la data di scadenza, si riferisce al prodotto integro, dunque conservato correttamente alla temperatura consigliata.

Molti cibi infatti, tendono a deteriorarsi molto velocemente mostrando sin da subito, mi riferisco a 2 o 3, imperfezioni, come ad esempio un cambiamento nella consistenza o nel colore oppure in casi più rari, possiamo riscontrare anche la presenza di muffe o di tossine non visibili agli occhi del consumatore. Ecco il modo corretto per conservare tutti i vari cibi. Per quanto riguarda la conservazione di cibi non freschi come per esempio i biscotti, il pane, i grissini e i dolci in genere, è necessario verificare che la nostra dispensa non sia in alcun modo posta vicino al forno o al motore del frigorifero.

Poiché tutti questi sbalzi frequenti di temperatura, insieme all’umidità, possono deteriorare anche gli alimenti secchi. Le bevande, in particolar modo succhi di frutta e spremute, la quali sono spesso presenti nei frigoriferi di tutte le famiglie italiane, ma purtroppo, non tutti sono a conoscenza del fatto che una volta aperta la confezione il succo quest’ultima deve essere consumato entro e non oltre i 2 -3 giorni. Dunque, è molto meglio comprare confezioni piccole in modo tale da consumarle in tempi brevi.

Per i sughi e le salse a base di pomodoro, la situazione cambia leggermente. Questo ortaggio è facilmente deperibile e pensate che il gusto di esso, già acidulo di natura, può rimanere quasi inalterato anche se il pomodoro si è già deteriorato. Il linea generale, un barattolo di passata, di pelati o di sugo, non dovrebbe mai rimanere aperto in frigorifero per più di 5 giorni, questo perché il prodotto potrebbe contenere della muffa anche se non nitidamente visibile.

I prodotti più resistenti sono le salse, come ad esempio la maionese, il ketchup e la senape. Essendo condimenti a base prevalente di grassi sono molto più resistenti alle muffe ed ai batteri, ma nonostante ciò non sono infinite e devono essere consumate entro due mesi dall’apertura del vasetto. Se troviamo un vasetto nel fondo del frigo è non ci ricordiamo da quanto tempo si trovi lì, si dovrebbe per prima cosa visionare attentamente il prodotto e in seguito verificare sapore e scadenza