Se mangi pasta a pranzo fai attenzione a questa cosa: ecco quale

La pasta è senza dubbio uno di quei prodotti che simboleggiano più d’ogni altro il nostro amato paese. Simbolo della dieta mediterranea nel mondo, proprio per questo è per altri motivi più o meno importanti, non si può disconoscere che gli italiani hanno un vero e proprio amore per la pasta, è di conseguenza è davvero difficile riuscire a rinunciarci. Ma bisogna fare attenzione, poiché la pasta è un alimento ricco di carboidrati, dunque non tutti possono consumarla in grandi quantità e con un condimento a piacere, proprio per questo bisogna prendere delle piccole accortezze, vediamo insieme di cosa si tratta.

Sono sempre di più consumatori assidui di pasta che per un motivo o per un altro, sono costretti a sottoporsi ad un regime di dieta. Dunque, spesso ci si chiede come dovrebbero comportarsi questi soggetti, in merito all’assunzione di pasta. Se anche voi fate parte di questa stragrande maggioranza, e vi ponete la domanda, siete nel posto giusto, poiché proprio in quest’articolo chiariremo tutti i vostri dubbi, dando inoltre, dei consigli utili su come regolarvi con le porzioni.

Ovviamente, non dobbiamo dimenticare che ognuno di noi, ha il proprio metabolismo, il quale è diverso da quello di chiunque altro. Dunque è vero che esistono delle diete che possono andare bene per più soggetti, ma per avere un analisi alimentare accurata, è sempre meglio rivolgersi ad un esperto in materia, come ad esempio un nutrizionista o un dietologo, il quale potrà indicarci qual è il giusto percorso dietetico più adatto al nostro organismo.

D’altronde però, dobbiamo sapere che non possiamo eliminare del tutto l’assunzione di carboidrati, poiché nonostante esistano delle diete che lo permettono, elementi come i carboidrati, sono fondamentali nella nostra alimentazione, perché forniscono al nostro organismo l’energia necessaria per affrontare un’intera giornata. Dunque, non possono essere eliminati totalmente, ma eliminati si, la loro presenza è necessaria, a patto che siano bilanciati opportunamente con gli altri nutrienti. Infatti se generalmente mangiamo circa 100 grammi di pasta senza al giorno, pensate che soltanto essa, senza l’aggiunta di condimenti, ci apporta ben 300/350 calorie.

Quindi, secondo il parere degli esperti, durante un particolare regime di dieta, non bisogna rinunciare alla pasta, ma limitarsi nelle porzioni. Per essere precisi, la nostra porzione di pasta non dovrebbe mai superare i 60-70 grammi. Inoltre, non dobbiamo dimenticare di tener conto anche dell’indice glicemico. Per quanto riguarda quest’ultimo, se vogliamo diminuirlo, possiamo farlo mangiando della pasta integrale invece di normale