Che succede se mangio pasta a cena? La risposta sconvolge tutti

Amanti della pasta, quest’articolo è proprio per voi. Lo sappiamo che la pasta è senza dubbio l’alimento italiano per eccellenza, il più comune e il più amato fra tutti e sono in moltissimi a volerla mangiare almeno una volta al giorno. Spesso però a causa del lavoro che ci costringe a restare fuori casa durante il pranzo, il piatto di pasta si riserva per cena. Rigatoni o spaghetti alla sera? Ma siamo matti? Vogliamo ingrassare? Non c’è proprio nulla da fare ma per molti di noi i carboidrati a cena rimangono un vero tabù quasi inviolabile: si tratta dell’ennesima diceria oppure c’è un fondamento?

Pasta, riso e pane sono alimenti da evitare a cena altrimenti si rischia di ingrassare? No, è solo l’ennesimo falso mito che spesso sentiamo ripetere. Il presupposto da cui partire in questo caso è che non esiste nessun alimento che preso singolarmente fa bene o male o fa ingrassare e dimagrire. Ma è sempre il quadro complessivo della nostra alimentazione ciò che deve essere considerato. Anzi i carboidrati a cena vanno consumati, proprio in virtù del fatto che circa il 55-60% delle calorie che dobbiamo assumere devono provenire inevitabilmente da questa classe di nutrienti. Il 10-15% dovrebbe invece provenire dalle proteine e il 25-30% dai grassi.

I carboidrati sono infatti alla base della nostra piramide alimentare e proprio per tale motivo il consumo di alimenti quali pane, pasta, riso e cereali in generale deve essere spalmato su tutti i pasti di ogni singola giornata. In particolar modo, se ci soffermiamo sulle ripartizioni, il pranzo dovrebbe fornire il 35% delle calorie giornaliere, la cena il 30%, mentre la rimanente quota si deve suddividere tra colazione e spuntini.

Quindi possiamo affermare con certezza che non deve assalirci nessun senso di colpa per un piatto di spaghetti mangiato la sera. E questo perché i carboidrati favorirebbero i vari meccanismi che inducono il senso di sazietà e in più pare che siano in grado di stimolare il sonno ed il buon umore ma è ovvio che, come per qualsiasi altro alimento, vale la moderazione ed il corretto abbinamento. Accompagnare i cereali con dei condimenti leggeri e a base di verdura ci permette infatti di sentirci più sazi e di tenere a bada la glicemia. Per la stessa ragione ma anche per molte altre virtù, è allora meglio abituarsi a consumare quotidianamente qualche porzione di cereali integrali.