Grazie a questo metodo il tuo WC sarà sempre fresco e profumato

Siamo tutti al corrente del fatto che il bagno è, o perlomeno dovrebbe essere, l’ambiente a cui bisogna prestare la massima attenzione e che richiede una pulizia frequente (quotidiana per giusta regola) e molto più accurata e profonda rispetto alle altre stanze della casa, ma purtroppo, sappiamo anche che per quanta cura è dedizione possiamo mettere nelle pulizie di casa, in questo caso nel bagno, può capitare di trovare la stanza invasa totalmente dal cattivo odore, il quale non è generato dalla scarsa pulizia dei sanitari.

Al contrario è dovuto alla risalita di odori a dir poco nauseabondi dagli scarichi di quest’ultimi, come ad esempio dal wc o dal lavandino, ma alcune volte anche dalla doccia. Se questo è il vostro problema e anche voi avete a che fare con i cattivi odori e non sapete come liberarvene definitivamente, siete nel posto giusto, poiché in quest’articolo tratteremo l’argomento e vi sveleremo dei piccoli e soprattutto efficaci trucchetti, che vi aiuteranno a mantenere il vostro bagno sempre in ottime condizioni, pronto ad accogliere voi e i vostri ospiti.

Prima di tutto però, bisogna capire ed individuare il problema alla radice, da cosa è causato. le possibili cause di questi fastidiosi cattivi odori, i quali possono risalire, come accennato in precedenza, sia dallo scarico del wc sia del lavandino, ma questo non è importante, la cosa importante è che purtroppo sono il risultato di tutti i residui organici che vengono accumulati negli scarichi. Questi residui per quanto riguarda il wc, vengono accumulati nel sifone. Quest’ultimo è una parte fondamentale delle tubature del wc, costruita proprio per evitare fastidiosi odori all’interno del bagno.

Infatti, è caratterizzato da una forma curva, la quale serve appunto per fare da vero e proprio “cuscinetto” e di conseguenza impedire la risalita degli odori dallo scarico. Nonostante ciò, però non basta soltanto la forma curva per impedire la risalita. Per poter svolgere la funzione di tappo, all’interno della curva, non deve mai mancare dell’acqua, la quale dev’essere ad un livello abbastanza adeguato. Dunque, il primo fattore da considerare in caso di sentore di fogna, è proprio il livello dell’acqua nel sifone, il quale potrebbe non essere al livello adeguato e quindi non svolgere adeguatamente la sua funzione di “tappo”.

Se invece il livello dell’acqua nel sifone è a posto, il problema potrebbe derivare dagli eventuali depositi lungo le tubature, costituiti nel tempo, principalmente da residui di shampoo, sapone, capelli, schiuma da barba, ed altri prodotti da bagno, i quali con il tempo tendono inevitabilmente ad accumularsi nello scarico, ostacolando così il normale deflusso dell’acqua. In questo caso, basterà semplicemente utilizzare prodotti chimici, come ad esempio i disgorganti.