Quante volte al giorno posso bere caffè? La parola agli esperti

Il caffè è la bevanda che per moltissime persone, circa il 93% della popolazione mondiale, accompagna tutti i risvegli donando la carica giusta per affrontare al meglio i vari impegni della giornata. Bere una tazzina di caffè è una vera e propria coccola che facciamo a noi stessi ogni giorno prima di dedicarci alle nostre attività, ma purtroppo non fa così bene. Infatti, è tra gli alimenti che i medici sconsigliano di assumere nel momento in cui piccoli problemi di salute cominciano a far capolino.

Risulta sempre molto complicato farne a meno, non solo per la grade carica che riesce a donare al nostro organismo, ma piuttosto per le abitudini che si sono venute a creare intorno a questo alimento: un caffè con le amiche per passare un pomeriggio insieme, un breve appuntamento di lavoro oppure una colazione con la famiglia. Insomma, il caffè è una bevanda così tanto versatile da poter essere gustata in tantissime occasioni. Bisogna, però, fare attenzione alle quantità. Come già accennato in precedenza, il caffè è una bevanda che non apporta solo benefici al nostro corpo: infatti, proprio per le capacità stimolanti che la caffeina possiede, bisogna fare attenzione alle quantità di caffè che assumiamo.

Non si vuole creare allarmismo, in quanto un caffè al giorno di certo non fa alcun danno. Sono davvero in molti ad eccedere e quindi è giusto fare informazione così da mettere al corrente i consumatori sui rischi che corrono. Gli esperti affermano che la dose sicura di caffeina da assumere in una giornata è di 300 mg. Questo significa che fino a tre tazzine di caffè al giorno le possiamo assumere senza problemi. Certamente questi sono dati che si basano su soggetti sani: un organismo compromesso che soffre di ipertensione o problemi cardiaci dovrebbe assumere al massimo una tazzina al giorno. La caffeina inoltre, è presente in alcune tipologie di farmaci come gli analgesici.

A questo punto dobbiamo tener conto anche dei farmaci assumiamo nella conta totale dei mg assunti. Nei soggetti pediatrici, ovviamente la dose di caffeina da non superare al die scende a 100mg. Questa quantità è davvero minima, basti pensare che un piccolo pezzo di cioccolato fondente ci fa superare abbondantemente questa soglia. Inoltre, gli esperti precisano che un consumo abituale di caffeina tende a comportare nell’organismo una tolleranza verso questa sostanza e, al contrario, nei soggetti che non assumono caffeina, la dose massima scende intorno ai 200 mg al giorno.