Ecco perché bere camomilla prima di andare a dormire: “pazzesco”

Calda, dolce al punto giusto, profumata e rilassante: la camomilla è un’abitudine che tutti noi dovremmo avere prima di andare a dormire. Perché? Perché oltre ad essere un ottimo rilassante prima di mettersi a letto dopo una lunga ed intensa giornata, la camomilla ha moltissimi altri benefici che sicuramente abbiamo spesso ignorato. Si tratta di una pianta erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Asteraceae e che deriva etimologicamente dal greco χαμαίμηλον (chamáimēlon), parola composta che vuol dire χαμαί (chamái) “del terreno” e μήλον (mḗlon), letteralmente “mela”.

Della pianta della camomilla si usano generalmente i fiori che vengono usati negli infusi con acqua calda per i loro poteri leggermente sedativi e infatti quando si suole dire “fatti una camomilla” si dice qualcosa di vero. Oltre a questi normali e conosciuti benefici che si conoscono di questo fiore è davvero interessante sapere come l’uso frequente del suo infuso abbia dei risvolti alquanto positivi sul nostro organismo anche sotto tanti altri punti di vista. Essa infatti oltre ad essere indicata per un sonno più tranquillo, è perfetta per i crampi allo stomaco e per i disturbi gastrointestinali grazie alla sua azione lenitiva e al suo effetto calmante.

Essa aiuta a rilassare i muscoli, soprattutto facendo riferimento alle donne che soffrono di dolori mestruali molto forti. La camomilla aiuta anche ad attivare il sistema immunitario aumentando l’attività antibatterica e il suo olio, invece, sembra proprio essere l’alleato perfetto contro l’emicrania oltre ad essere anche un antinfiammatorio 100%  naturale davvero eccellente. Inutile dire che sarebbe proprio il caso di prendere la bella abitudine di consumare la camomilla come un toccasana quotidiano per combattere l’influenza e il raffreddore. Piccole ma utili curiosità e consigli pratici a tale riguardo:

-Si consiglia di non bere la camomilla prima di guidare o prima di qualsiasi attività in cui sono richiesti degli alti livelli di attenzione.
-E’ assolutamente sconsigliato invece bere la camomilla subito prima di andare a letto e questo perché potrebbe essere alquanto controproducente. Se bevuta pochi minuti prima di coricarsi, la camomilla, riempie troppo la vescica urinaria e ci costringe quindi a svegliarci spesso durante la notte per recarsi in bagno.
-Sapete qual è il giusto tempo di infusione della camomilla? Questo è del tutto fondamentale e bisognerà lasciarla in infusione per più di due o tre minuti in modo tale da ridurre l’effetto rilassante della stessa.