Candeggina: ecco come usarla correttamente per pulire casa

Non appena dobbiamo pulire casa, il primo prodotto a cui pensiamo è di certo la candeggina, non per caso quest’ultimo è il prodotto più utilizzato per le pulizie della casa e non solo, ma non dobbiamo considerare soltanto i suoi aspetti positivi, che vedremo meglio in seguito, trattandosi di un prodotto base chimica, purtroppo ha anche suoi aspetti negativi, vediamo insieme di cosa si tratta. Sappiamo tutti che la candeggina, riesce ad igienizzare e disinfettare a fondo tutte le superfici della casa, inoltre, utilizzato sui panni, riesce perfino a sbiancarli facendoli tornare come nuovi.

Nonostante ciò dobbiamo sapere anche che, nel momento in cui il prodotto non viene utilizzato in maniera corretta, potrebbe comportare dei rischi per la nostra salute, questo perché è altamente tossico e dannoso per il nostro organismo, in particolar modo se inalato, ma anche in altri modi, come ad esempio per contatto, proprio per questo è raccomandato l’uso di precauzioni come i guanti, poiché il contatto involontario, potrebbe portare ad irritazioni agli occhi, alla bocca e alla pelle, ma alcune volte, è possibile riscontrare anche asma e problemi respiratori in generale.

L’errore più comune durante l’utilizzo di questi prodotti, è dovuto alla concezione comune di utilizzare due prodotti (entrambi chimici) insieme, nel momento in cui uno solo non riesce a raggiungere la brillantezza necessaria, o a smacchiare completamente quel vestito. Niente di più sbagliato. In quest’articolo voglio portare in evidenza la pericolosità nell’usare un prodotto già pericoloso di suo come la candeggina insieme ad altri prodotti igienizzanti, come per esempio l’acido muriatico.

La candeggina combinata con l’acido muriatico, tende inevitabilmente a generare un cloro gassoso che nel momento in cui dovesse accidentalmente venire inalato, si rivela altamente tossico e nocivo per la salute. La candeggina non dev’essere combinata neanche con lalcool denaturato, poiché produce cloroformio, una sostanza altamente deleteria per gli esseri umani. Bisogna prestare attenzione anche nelle pulizie di casa, poiché non sempre la candeggina raggiunge i risultati sperati anzi alcune volte è perfino controproducente.

Se utilizzata, per esempio, sulla rubinetteria, essa tende in pochissimo tempo ad arrugginirla, soprattutto se non risciacquata abbondantemente. Per quanto riguarda la pulizia dei vestiti è vero che ha una straordinaria capacità sbiancante, ma è pur vero che non possiamo utilizzarla frequentemente, poiché tenderà ad indebolire il tessuto, che oltre ad irritare la pelle si sgualcera quasi subito. A questo punto, la soluzione migliore è quella di utilizzare candeggine ecologiche che possiamo trovare comodamente in commercio.