Ecco cosa succede se si mangia pasta tutti i giorni: “pazzesco”

È oramai opinione comune, pensate che mangiare la pasta ogni giorno, sia un vero e proprio peccato di gola, il quale potrebbe comportare drastiche conseguenze, come ad esempio far ingrassare, far aumentare colesterolo e trigliceridi, ma anche innalzare la glicemia e sviluppare nel tempo il tanto temuto diabete. C’è da dire che complici di queste false credenze sono le centinaia (per non dire migliaia) di fakes news messe in giro sui social da falsi specialisti della nutrizione, i quali si erigono a massimi esperti, proponendo erroneamente di eliminare pasta e pane dalla propria dieta e infangando le proprietà benefiche di questi alimenti.

Ovviamente, questo nostro articolo, non deve essere visto come un invito alla liberalizzazione del consumo smisurato di pasta, senza condizioni. La pasta, infatti, è parte integrante, per non dire fondamentale, della dieta Mediterranea, e di conseguenza, deve essere consumata in quantità adeguate a vari fattori, come per esempio all’età, al genere, al tipo di attività fisica, all’attività lavorativa svolta, al clima e all’altitudine del luogo in cui si vive, alla presenza o meno di svariate malattie o problematiche metaboliche, ecc.

Chiariamo subito che la pasta di per sé non fa male, essa diventa dannosa per il nostro organismo, nel momento in cui non viene associata in maniera equilibrata, da un punto di vista sia quantitativo che qualitativo, ad alimenti proteici, così da avere una sana e corretta alimentazione, anche quando ci si trova nella situazione dove ci sono da perdere dei chili di troppo. Inoltre, non dobbiamo pensare che serve soltanto incrementare il consumo di pasta, per mantenere ed alcune volte addirittura a sviluppare la massa muscolare. Questi, sono i casi, in cui solitamente si consiglia di aumentare in modo sproporzionato il consumo di proteine e aminoacidi, anche sotto forma di integratori soprattutto senza un parere del medico.

Dunque ignorandone completamente gli effetti negativi che si potrebbero avere nel tempo. Quindi, il primo consiglio per una corretta integrazione proteica, se davvero necessaria, è quello di rivolgersi al proprio medico di base. E di non farlo alla leggera. Molti infatti, non sono a conoscenza del fatto, che introdurre elevate quantità di proteine senza introdurre altrettanto adeguate quantità di carboidrati, quindi zuccheri complessi, energia e carburante, per capirci, tutto ciò che serve per svolgere ogni nostra attività vitale, spinge il nostro organismo a ricercare questa fonte di energia insufficiente proprio nella massa magra, cannibalizzando i muscoli al fine di ottenere energia