“Ecco come ho risolto il problema del colesterolo alto”: la storia vera

Oggi parliamo del problema del colesterolo alto e di come risolvere questo problema grazie all’esperienza di Giovanni, un uomo sulla cinquantina che ha cercato di risolvere tale problema esclusivamente con rimedi naturali. Il colesterolo viene prodotto internamente dal nostro fegato per compiere alcune naturali funzioni dell’organismo mentre dall’esternlo viene introdotto tramite l’alimentazione. Il colesterolo è una molecola di origine lipidica la cui membrana cellulare è costituita da un doppio strato lipidico, per cui esso è necessario al benessere di tutte le cellule e di molte altre funzioni.

Quando nelle pareti delle arterie si stratificano numerosi depositi lipidici, si sta parlando di aterosclerosi ovvero di uno stato che porta a patologie quali infarto o ictus, perché negli organi corrispondenti viene a mancare il giusto apporto di sangue, a causa del restringimento delle arterie. Adesso ci occuperemo di capire quali sono i rimedi naturali per affrontare e risolvere questo problema. Innanzitutto è bene dire che nel caso di colesterolo troppo alto è sempre necessario impostare un’alimentazione corretta associata chiaramente ad un livello adeguato di esercizio fisico.

La terapia farmacologica è spesso perentoria ma, se i valori sono alterati solo in modo modesto, un’attenzione allo “stile di vita” può allora essere sufficiente a far rientrare i valori nella normalità. E’ comunque chiaro che le abitudini corrette devono essere mantenute nel tempo e non soltanto per periodi limitati, oltre a questo esistono anche dei rimedi naturali che abbassano il colesterolo e aiutano a controllarne i valori nel sangue. Tornando ai metodi naturali, vediamone alcuni:

Curcuma: si tratta di una spezia che contiene curcumina ovvero una sostanza antiossidante che è in grado di favorire l’escrezione del colesterolo LDL e di aumentare la produzione di bile stimolando il fegato. La curcuma, se inserita in un contesto di sana ed equilibrata alimentazione, potrebbe aiutare parecchio e per beneficiare delle proprietà di questa spezia, è possibile assumerne un cucchiaino al giorno ma in alternativa, esistono degli integratori alimentari molto efficaci.

Beta glucani e fibre solubili: sono sostanze costituite da residui di cellule vegetali che non digeribili dal nostro sistema digerente e utili per aiutare ad abbassare il colesterolo LDL dato che ne riducono l’assorbimento. Le fibre solubili sono presenti soprattutto in frutta, verdura e alghe ed è raccomandato mangiarne 5-10 grammi al giorno. Tra le fibre solubili ricordiamo i beta-glucani, polisaccaridi non amidacei che sono ricavati dalla crusca di alcuni cereali e sono in grado di ridurre assorbimento e sintesi di colesterolo.

Frutta secca a guscio: noci, nocciole, mandorle e pistacchi. Essi sono molto importanti consumati al naturale e non tostati né salati perché possono contribuire nel regolare i livelli di colesterolo nel sangue grazie al loro contenuto di antiossidanti, vitamine, minerali, proteine vegetali, grassi insaturi e steroli vegetali. -Lecitina di soia: questa sostanza fa parte di una famiglia di fosfolipidi che riducono l’assorbimento del colesterolo e legano i grassi trasportandoli agli organi addetti allo smaltimento. Negli alimenti la possiamo trovare contenuta nella soia, nei legumi, nel tuorlo d’uovo e in frutta e vegetali.