Come capire se la salsa di pomodoro è andata a male? “Attenzione”

È notizia degli ultimi giorni che le conserve di pomodoro e la passata di pomodoro fatta in casa sono oramai a rischio botulino. Questa tipologia di rischio non si incontra invece nelle passate di pomodoro artigianali, le quali prodotte da aziende che danno vita a questo straordinario prodotto simbolo del made in Italy con tutta una serie di attenzioni ed accortezze che, al contrario, a casa purtroppo non è possibile mettere in pratica. Il rischio botulino nelle conserve di pomodoro, è dovuto al contenuto in modo del tutto naturale d’acqua.

È proprio l’acqua, il “terreno” nel quale i batteri prolificano e si sviluppano molto più facilmente. Dunque, se decidete di fare la passata di pomodoro fatta in casa, dovete tenere a mente che facendola cuocere a lungo e dunque facendo evaporare l’acqua, otterrete un prodotto con un minor rischio di sviluppare botulino, ma bisogna sempre prestare la massima attenzione, poiché il pericolo nelle passate di pomodoro, non è rappresentato soltanto dal botulino, ma vi sono anche altri batteri potenzialmente pericolosi. Uno dei fattori maggiormente a favore della “guerra”, sempre se così possiamo chiamarla, contro i batteri dannosi per la salute umana, è il ph del pomodoro stesso.

Proprio quest’ultimo è di natura un ortaggio abbastanza acido e dunque, a causa della sua alta acidità, i batteri dannosi faticano molto a svilupparsi in ambienti molto acidi. Se avete preparato da soli le vostre conserve di pomodoro per l’inverno e adesso, dopo aver letto le prima righe, vi è sorto il dubbio che abbiano sviluppato il botulino, siete nell’articolo giusto, poiché diamo anche alcuni indizi utili che vi faranno capire come riconoscerlo, così da non correre nessun rischio. Ecco quali sono: innanzitutto, dobbiamo evitare i barattolo con la capsula gonfia, quelli dove fuoriesce del liquido ed inoltre hanno un odore rancido e molto sgradevole.

Per quanto riguarda il sapore (anche se sarebbe molto meglio non assaggiare affatto, fatelo soltanto quando la conserva non presenta nessuna manifestazione esterna) dobbiamo buttare la conserva di pomodoro se quest’ultimo risulta molto acido e dà una sensazione di “effervescente” quando aprite, per capirci, se vedete delle bollicine in superficie. Dunque, ecco spiegato come riconoscere il botulino nelle conserve di pomodoro, di conseguenza, vi consigliamo di optare sempre per le conserve che trovate in commercio, poiché E’ rarissimo se non impossibile trovare il botulino sia nelle passate di pomodoro industriali, sia in quelle provenienti dalle piccole aziende che lavorano il pomodoro artigianalmente.