Ecco come usare la candeggina per disinfettare: “da non credere”

Tutti almeno una volta nella vita abbiamo utilizzato la candeggina per effettuare le pulizie. Magari per cercare di eliminare al più presto qualche macchia o incrostazione che proprio in ne voleva sapere di andar via. La maggior parte dei consumatori invece ne fanno un uso quotidiano, in alcuni casi oserei dire a dir poco spropositato. Proprio per questo motivo, può essere tranquillamente annoverata tra i prodotti chimici maggiormente usati per detergere e disinfettare tutte le superfici della casa, soprattutto quelle del bagno, ma anche sui tessuti, col tentativo di farli tornare bianchi brillanti come una volta.

Nonostante ciò, non dobbiamo dimenticare che essendo un prodotto chimico, la candeggina, non riesce ad essere apprezzata ed utilizzata da tutti, infatti vi sono alcune persone che non hanno mai fatto uso di candeggina, solitamente perché scoraggiate dal fatto che sia un prodotto chimico altamente tossico, sia per la salute dell’uomo, sia per il benessere dell’ambiente, poiché altamente inquinante. Inoltre, dobbiamo considerare che non sempre chi la utilizza, anche in modo frequente, conosce a fondo tutte le potenzialità e le controindicazioni di questo straordinario prodotto.

Ecco allora in seguito alcune delle molteplici e straordinarie curiosità che vi permetteranno di utilizzare la candeggina nel modo giusto e soprattutto con maggiore sicurezza. Così da ottenere i migliori risultati senza correre nessun tipo di rischio. La particolarità della candeggina che voglio sottolineare, è anche quella che più fa discutere, mi riferisco al suo odore, il quale non solo riesce a distinguersi nettamente da altri odori di altri prodotti, ma inoltre, riesce perfino a darci quell’idea di pulito e disinfettato che tanto cerchiamo. Sarà proprio per questa motivazione che tendiamo ad utilizzarla davvero dappertutto, come ad esempio, per lavare e disinfettare profondamente i capi.

Pensate che per quanto riguarda quest’ultimi alcune volte capita che la usiamo erroneamente anche per lavare e detergere a fondo l’intimo, niente di più sbagliato, perché l’intimo, essendo un tessuto molto delicato non dev’essere mai trattato, in alcun modo con prodotti chimici. Un altro errore comune, è rappresentato dal largo uso di candeggina utilizzato per disinfettare tutte le varie superfici della casa, soprattutto il bagno, perché è proprio lì che ne usiamo a litri, versati prevalentemente nel wc, nel tentativo di renderlo il più pulito possibile e super bianco brillante pronto per accogliere i nostri ospiti. Attenzione però, perché la candeggina non è un prodotto adatto ad un uso frequentemente, dunque, bisogna usarla con la dovuta parsimonia.