Cosa succede se mangio tonno in scatola tutti i giorni? “Attenzione”

Sappiamo tutti che il pesce è un alimento che fa molto bene al nostro organismo, poiché apporta molte sostanze benefiche, nonostante ciò, non dobbiamo dimenticare che come ogni alimento anche l’assunzione frequente di pesce alla volte può diventare dannosa per il nostro organismo, vediamo cosa si tratta nello specifico e come scongiurare il problema. Il pesce più consumato in assoluto è il tonno poiché molto versatile, adattabile a tutte le età e indipendente da eventuali malattie di cui si soffre.

Il tonno è dotato di un notevole apporto proteico e di un elevato contenuto di acidi grassi omega-3. Spesso a causa di vari motivi come il costo elevato, i consumatori preferiscono comprare quello in scatola, quello industriale per capirci, piuttosto di quello fresco, purtroppo non sempre viene trattato e commercializzato in modo corretto. Proprio per questo motivo non tutto il pesce che finisce sulle nostre tavole è sicuro. La più grande preoccupazione dei consumatori, per quanto riguarda il tonno, è rappresentata dal mercurio. Questo è il più comune tra i metalli pesanti. Vediamo come questa sostanza riesce ad arrivare fino alle nostre tavole. Il mercurio non è una sostanza da sottovalutare, poiché un ingerimento del tutto accidentale, potrebbe causare gravi danni alla nostra salute.

Per essere precisi, la contaminazione da metilmercurio, rappresenta per l’uomo la forma più tossica di intossicazione da pesce, proprio perché il nostro corpo assimila questa sostanza soltanto attraverso il pesce. Inoltre, purtroppo, secondo alcune ricerche recenti, è venuto fuori che il nostro amato mare mediterraneo si trova nei primi posti nelle liste dei mari maggiormente contaminati da mercurio. Il rischio è maggiormente presente nei pesci di taglia più grande, poiché è proprio lì che tende ad accumularsi in grandi quantità. Tra le specie con il maggior contenuto di mercurio, non troviamo soltanto il tonno ma anche altri grandi predatori poiché quest’ultimi, non solo lo assorbono dall’acqua contaminata, ma anche attraverso la catena alimentare, divorando i pesci più piccoli.

Una volta che il mercurio entra in circolo nel nostro organismo, viene accumulato quasi immediatamente nei globuli rossi e dunque, di conseguenza entra facilmente nel circolo sanguigno. Come accennato in precedenza, sono molte le persone che per consumare la propria razione settimanale di pesce, scelgono di consumare il tonno in scatola. Questo perché è molto versatile e pronto da mangiare, ed inoltre, riesce ad apporta le stesse proteine di un normale pasto a base di pesce. Nonostante ciò, è sconsigliata dai medici l’assunzione frequente, così da evitare intossicazioni e varie problematiche di salute.