Ecco un modo pazzesco per usare la candeggina: “da non credere”

La candeggina può essere identificato come il prodotto più utilizzato nelle pulizie delle superfici di tutta la casa non solo perché è molto efficace e riesce a togliere facilmente anche lo sporco più ostinato, ma anche perché è la soluzione più semplice, economica e facile da reperire. Nonostante ciò, però bisogna prestare particolare attenzione alle quantità in cui viene utilizzata, perché dovete sapere che basta davvero poco prodotto per raggiungere i risultati tanto sperati. Inoltre, non solo l’utilizzo moderato contiene gli sprechi, ma anche ci permette di scongiurare il rischio di causare a noi stessi e ai nostri cari dei gravi problemi di salute, causati da un’intossicazione di candeggina.

Per essere precisi, vediamo insieme le quantità. Per le pulizie generali, di tutti i giorni basta solamente versare 30 ml di candeggina per ogni litro d’acqua che ci occorre. Dopodiché, bisogna immergere totalmente un panno nella soluzione appena creata, si strizza e va passato, mi raccomando senza troppa foga, sulla superficie da pulire, come ad esempio sul pavimento o un sanitario. Al contrario di quello che pensano in molti, non occorre affatto effettuare il risciacquo, ma al contrario, è opportuno aprire totalmente le finestre così da avere una buona ventilazione durante l’asciugatura e non rischiare un’intossicazione. L’uso della candeggina è efficace soprattutto per quanto riguarda la pulizia dei pavimenti.

Sappiamo che purtroppo, usare le scarpe casa non è per nulla igienico, poiché involontariamente, ci portiamo in casa un mucchio di germi che normalmente si depositano sulle superfici esterne come le strade o i pavimenti dei luoghi pubblici. È proprio qui che entra in gioco la candeggina, che grazie alle sue proprietà, è un eccellente metodo per disinfettare e pulire in profondità, eliminando tutti i germi e i batteri. Lo stesso vale anche per chi ha animali domestici come ad esempio i cani e i gatti e desidera igienizzare a fondo la propria abitazione, basta utilizzarla durante le pulizie quotidiane. Attenzione però, poiché anche se la candeggina è adatta alla maggior parte delle superfici, potrebbe rovinarne alcune tipologie più delicate.

Proprio per questo motivo, occorre fare molta attenzione a non applicarla su materiali di ottone, di rame, di alluminio, di marmo ed infine, di legno. Ciò accade in quanto si tratta di una sostanza fortemente aggressiva che potrebbe andare ad intaccare irrimediabilmente superfici costituite da questi materiali. Per quanto riguarda invece lo sporco e le macchie più ostinate di tutta la casa che non vanno via facilmente, per materiali come quelli delle maniglie oppure delle superfici del bagno, è possibile, solo in questi casi, aumentare la concentrazione di candeggina. Infatti, in questi casi, per ogni litro di acqua invece di aggiungere 30 ml di candeggina, bisogna aggiungerne 50ml. Il procedimento è molto simile a quello precedente, infatti basta utilizzare un semplice panno su cui viene applicata la soluzione creata.