Hai mai usato la candeggina così? “Non ne potrai più fare a meno”

La candeggina è uno dei detergenti più utilizzati dalle casalinghe, anzi oserei dire il detergente per eccellenza, quello a cui sono in pochi a rinunciare, solitamente gli ecologisti. La candeggina è non per caso il detergente più utilizzato in tutto il mondo, questa sua enorme popolarità e commercializzazione, è data alle straordinarie proprietà detergenti e igienizzanti di cui è in possesso, le quali sono così tanto efficaci, grazie alla presenza di un ingrediente base della candeggina, mi riferisco proprio all’ipoclorito di sodio in soluzione acquosa.

Ma purtroppo però, dobbiamo puntualizzare che quando ci si accinge a descrivere questo prodotto chimico, si tende ad evidenziare solo i suoi aspetti positivi, come ad esempio la sua grande capacità di sbiancare o quella di disinfettare, trascurando così altri fattori altrettanto importanti, tra cui troviamo la sua tossicità. Infatti, non molti sanno che esso è un prodotto davvero molto pericoloso, poiché, trattandosi, a tutti gli effetti, di un composto chimico, la sua esposizione (soprattutto se a lunga durata) potrebbe arrivare a causare anche dei gravi problemi di salute al nostro organismo.

Nello specifico si tratta di conseguenze molto comuni, riguardano prevalentemente irritazioni agli occhi e alle vie respiratorie, le quali comprendono polmoni, naso, faringe, trachea, pleura, ecc. Proprio questo è uno dei principali motivi (oserei dire anche il più importante) per cui l’utilizzo della candeggina, è altamente poco indicato nei rimedi casalinghi, per intenderci, quelli identificati anche come “fai-da-te” . Questo piccolo ed esplico consiglio, proveniente da studi scientifici, è stato più che ignorato, soprattutto durante gli ultimi anni.

Nonostante ciò, ci sono dei metodi di utilizzo davvero straordinari, i quali permettono di utilizzare la candeggina in sicurezza, non dimenticando però di prendere le giuste accortezze prima. Il metodo che sto per illustrarvi, riguarda la pulizia delle fughe delle mattonelle. Ecco come procedere per riuscire ad ottenere dei risultati strabilianti, basta soltanto provare per credere. Spesso lo spazio tra le mattonelle, tende a diventare nero o perfino ad ammuffirsi, in questi casi praticare il semplice lavaggio del pavimento serve a ben poco.

Dunque, riuscire finalmente a togliere via questo tipo di sporco ormai ben ostinato, bisogna soltanto spruzzare la candeggina direttamente sulla superficie, lasciare agire il prodotto per qualche minuto e in men che non si dica, tutto tornerà come nuovo. Tuttavia però, si raccomanda di non ripetere molto spesso questa particolare pratica, poiché potrebbe col tempo indebolire sia la colla utilizzata per fissare le mattonelle, sia lo smalto che le ricopre.