La salsa di pomodoro fa bene all’intestino? La risposta sconvolgente

La salsa di pomodoro è senza alcun dubbio uno degli alimenti più consumati in Italia è non solo. Per renderci in minimo conto della sua grande diffusione, possiamo un attimo concentrarci sul fatto che ancora oggi è oserei aggiungere fortunatamente, sono in molte le famiglie che ogni anno, durante il periodo di maturazione dei pomodori, dunque mi riferisco al periodo estivo, si riuniscono per preparare la tanto famosa e apprezzata salsa di pomodoro, per poi gustarla tutti insieme.

Insomma non rappresenta un lavoro ma una vera e propria festa, una scusa per riunire tutta la famiglia e fare qualcosa di buono e genuino insieme. Proprio per questi e tanti altri motivi che non sto qui ad elencare, per molti di noi, tutto ciò oramai è diventato una vera e propria tradizione, dunque da portare avanti, tramandandola di padre in figlio. Dobbiamo sottolineare il fatto che oltre ad avere un alto valore nutrizionale, la salsa di pomodoro (precisamente meglio se viene cotta) è un’ottima alleata per la salute dell’intestino.

Questo perché, ha la straordinaria capacità di aumentare l’effetto probiotico di batteri “buoni” come ad esempio il Lactobacillus reuteri. Tutto questo detto sopra ovviamente ha una base scientifica. Per essere più precisi, è quello che emerge da una ricerca dell’Universitat Politècnica de València, pubblicata su un famoso giornale internazionale. I ricercatori in questione, hanno valutato l’impatto di alcuni antiossidanti nei pomodori, composti fenolici e licopene, sulla vitalità del probiotico, e viceversa, tutto ciò, durante tutto il processo digestivo.

Grazie a questo studio è stato possibile verificare come la presenza di composti antiossidanti, riesca a proteggere il ceppo probiotico dalla perdita di vitalità, purtroppo inevitabile durante il processo digestivo. La salsa di pomodoro cotta, continuano spiegando gli studiosi, è nettamente migliore rispetto ai pomodori crudi poiché, il processo di cottura è in grado di conservare interamente l’importante sostanza nutritive, la quale è proprio quella che conferisce ai pomodori il loro caratteristico e inconfondibile colore rosso acceso.

Infine, possiamo riassumere questa importante ricerca, affermando che secondo il parere dei ricercatori, questa scoperta potrebbe persino arrivare ad aprire la strada a nuovi studi, i quali abbiano come scopo principale la prevenzione del tumore allo stomaco e l’utilità della dieta mediterranea nel supportare i trattamenti tradizionali anti cancro. Le ricerche condotte fino ad adesso hanno rivelato soltanto che gli estratti di pomodoro riescono ad influenzare e di conseguenza a contrastare la capacità delle cellule tumorali di diffondersi e di svilupparsi