Quanti biscotti posso mangiare al giorno? Ecco la risposta

I biscotti sono uno di quei prodotti che tutti i consumatori di tutte le età amano gustare, dai più grandi ai più piccoli. Tutto questo grande consumo, è dato soprattutto dalla loro grande reversibilità, infatti in commercio, troviamo biscotti di tutti i tipi, di tutte le forme e soprattutto di tutti i gusti, ad esempio abbiamo quelli fatti con la panna o quelli al cioccolato. Dall’inizio della quarantena le percentuali sull’acquisto di questi alimenti, sono arrivate a toccare cifre record.

In questo modo viene evidenziato come la popolazione si sia adattata anche con il cibo al nuovo stile di vita dettato dalle limitazioni della pandemia. I biscotti vengono consumati in molti momenti della giornata, ma solitamente vengono messi sulle nostre tavole durante la colazione e durante la merenda, insieme a qualche bevanda calda o fredda che sia. La colazione, come ci dicono i medici professionisti, è senza alcun dubbio il pasto più importante dell’intera giornata, in quanto riesce a donarci tutte le energie necessarie per iniziare al meglio la giornata lavorativa.

Inoltre, dobbiamo puntualizzare che durante questo pasto si dovrebbero assumere circa 400 kcal, le quali equivalgono circa al 20% di tutto il fabbisogno giornaliero. Dunque, una buona e ricca colazione è quella all’italiana, costituita solitamente da cornetti caldi, una bevanda che può essere calda come ad esempio il caffè o fredda come un succo di frutta, nella prima ipotesi possiamo aggiungere un succo ed infine, gli immancabili biscotti. I medici nutrizionisti affermano, su base generica, che la giusta quantità di biscotti da consumare durante tutta la giornata è precisamente di 30g. Dunque non c’è un numero di biscotti preciso, ma bisogna vedere il peso di ognuno, comunque sia i medici, continuano dicendo che possiamo consumare dai 3 ai 5.

Ovviamente, chiariamo che queste sono soltanto delle semplici indicazioni generiche, le quantità non variano dalla tipologia di biscotti, ma anche da persona a persona.Sempre più spesso però capita che la dose consigliata venga superata e non di poco, tutto ciò causa l’introduzione nel nostro organismo di una grossa quantità di zuccheri. Nonostante ciò c’è una speranza, poiché se si  tratta di un comportamento del tutto occasionale il nostro corpo riesce a gestire bene la produzione di insulina, ma nel caso in cui questa cattiva abitudine accada si ripeta spesso, si potrebbe andare incontro ad un’iperglicemia. Questo significa che purtroppo il quantitativo di zucchero in circolazione nel nostro corpo è talmente elevato che quest’ultimo non riesce a contrastarlo