Si possono mangiare arance in gravidanza? Parla l’esperto

Il particolare periodo di gestazione dura ben nove mesi, i quali spesso sono riempiti da numerosi dubbi da parte delle future mamme. Quando si scopre di avere una piccola vita che cresce all’interno del proprio corpo, le attenzioni e le preoccupazioni sono tutte verso quel piccolo esserino che sta per nascere. Tra le cose a cui le donne in dolce attesa devono prestare particolare attenzione sicuramente è l’alimentazione. Poiché, dobbiamo sapere che qualsiasi cosa si mangi passa al feto, attraverso la placenta, dunque assumere alimenti sani dovrebbe essere il primo punto all’ordine del giorno.

Tuttavia però, i dubbi riguardo ad alimenti specifici, soprattutto per chi ha il rischio di contrarre un particolare batterio detto toxoplasmosi, non mancano. Oggi parliamo nello specifico della frutta, soprattutto delle arance. Se avete il dubbio che le arance facciano male alla salute della mamma o del bambino e volete saperne di più, siete nel posto giusto. Ecco alcune indicazioni utili. In gravidanza, mangiare arance, così come i legumi, i pomodori, le lenticchie, i broccoli e gli asparagi, è molto importante, in quanto essi sono alimenti contenenti in quantità più o meno disponibili una sostanza in particolare, mi riferisco all’acido folico.

L’acido folico o più comunemente conosciuto Vitamina M o vitamina B9, può essere tranquillamente definita come l’unica forma attiva dei folati alimentari assorbita dall’organismo. È una vitamina idrosolubile del gruppo B, estremamente necessaria per tutte le reazioni di sintesi e altre importanti reazioni biochimiche. I soggetti che assumono acido folico durante la gravidanza o in previsione di essa, riescono a ridurre notevolmente il rischio di gravi malformazioni del feto quali ad esempio la malformazione della spina bifida e l’anencefalia. Il consumo regolare di arance quindi aiuta nel prevenire l’insorgere di queste gravi patologie del feto e perfino nel prevenire anche problematiche di salute della donna stessa.

I medici consigliano inoltre, di integrare tutto ciò con l’assunzione di altri cibi contenenti vitamina B oppure in alternativa con degli integratori alimentari che comunemente si trovano in farmacia. In questo modo si riesce a raggiungere il giusto apporto necessario al nostro corpo. Nonostante ciò, ci sono delle piccole accortezze da tenere in considerazione, ovvero, bisogna scegliere solo arance con buccia edibile. Dunque, i medici consigliano di acquistare solo arance coltivate con metodi naturali, senza uso di sostante tossiche, con la buccia totalmente edibile. Perché il consumo di frutta e verdura contaminata da sostanze tossiche, potrebbe essere un pericolo sia per te che per la tua gravidanza.