Ecco cosa succede se bevi camomilla in allattamento: “pazzesco”

Le proprietà e i benefici della camomilla sono davvero tanti, infatti, questa pianta è un vero e proprio toccasana della natura, adatta persino a momenti più delicati come ad esempio la gravidanza, l’allattamento, lo svezzamento, e non solo. Scopriamo insieme di cosa si tratta. Ma attenzione, poiché come accade per tutte le sostanze, è la dose che fa il veleno. Vediamo allora quali sono le metodologie di utilizzi consigliati per la donna in stato di gravidanza.

La camomilla come accennato in precedenza contiene innumerevoli proprietà e benefici, le quali sono soprattutto sedative e calmanti, antispasmodiche e miorilassanti. La pianta della camomilla riesce ad indurre il rilassamento muscolare, grazie alla presenza di due particolari sostanze, ovvero i flavonoidi e le cumarine, è di conseguenza è molto preziosa in tutti i casi in cui si verificano spasmi e tensioni muscolari, stati d’ansia e di stress, crampi intestinali, dolori mestruali e persino ogni volta che serve un aiuto per digerire.

Inoltre è un ottimo antinfiammatorio naturale e un buon gastroprotettore, il quale riesce a calmare gli stati di irritazione degli organi interni come per esempio dell’epidermide. Tutto ciò grazie all’azione lenitiva del suo olio essenziale. È ottima anche per calmare eventuali infiammazioni alle vie urinarie, la gengivite, l’ulcera, la dermatite, la gastrite, e possiamo usufruire delle sue capacità anche come antidolorifico coadiuvante per lievi dolori come mal di testa e mal di denti.

Per quanto riguarda il periodo di gravidanza o di allenamento, dobbiamo premettere innanzitutto che ogni mamma e ogni gravidanza sono diverse e di conseguenza devono essere considerate come un caso a sé, e che a proposito andrebbe sempre sentito preventivamente il parere del medico. Soprattutto nel momento in cui si tratta di quantità e frequenza di ingestione di cibi e bevande che potrebbero nuocere al feto. Comunque sia una buona tazza di camomilla alla sera è un’abitudine sana e piacevole.

A maggior ragione perché durante la gravidanza è del tutto normale attraversare stati di ansia misti a una grande stanchezza, tutti fattori che mal si conciliano col sonno e il giusto riposo di cui ha bisogno l’organismo della gestante. A questo si aggiungono purtroppo anche i dolori diffusi alla schiena e al collo, disturbi nelle parti intime, digestione pesante e problemi intestinali. Dunque una tazza di camomilla calda e fumante, aiuta la digestione, calma l’intestino e favorisce un giusto riposo alla futura mamma, oltre ovviamente a fornire sollievo dai dolori muscolari senza l’uso di medicinali.