Quanto tempo può stare aperta la salsa di pomodoro? “Attenzione”

Ogni volta che riponiamo qualcosa in frigo, dobbiamo prestare molta attenzione e non dimenticarci il giorno in cui l’abbiamo fatto. Questo perché la dispensa e il frigorifero possono trasformare gli alimenti da sani e nutrienti a tossici solo per una cattiva conservazione. Dunque, scopriamo insieme quanto durano i cibi in frigorifero ed entro quanti giorni vanno consumati i prodotti freschi. Ecco le regole e i consigli per gestire correttamente le scorte in frigo.

Vi sembrerà strano, ma purtroppo non tutti sono al corrente del fatto che la data di scadenza impressa sulla confezione si riferisce soltanto al prodotto integro, conservato correttamente alla temperatura consigliata. Molti cibi infatti tendono a deteriorarsi velocemente e dunque dopo appena 2 – 3 giorni possono comparire muffe o tossine che però non notiamo sin da subito poiché non visibili all’occhio nudo del consumatore. Adesso vediamo quanto tempo ci vuole per far andare a male vari cibi una volta aperti.

Per conservare al meglio i cibi non freschi come ad esempio i biscotti, il pane, i grissini ed anche i dolci in genere, è necessario verificare prima di riporli che la dispensa non sia posta vicino al forno oppure al motore del frigorifero poiché quest’ultimi causano degli sbalzi di temperatura e dell’umidità che porterebbe al deterioramento degli alimenti secchi. Per quanto riguarda la conservazione di succhi di frutta e spremute, per questo genere di bevanda che è spesso presente nei frigoriferi di tutte le famiglie italiane.

La conservazione dopo che il prodotto è stato aperto non può prolungarsi oltre i 2 – 3 giorni. Dunque è meglio comperare confezioni piccole in modo da consumarle in tempi brevi. Aprendo una piccola parentesi sulla conservazione delle uova, dobbiamo affermare che questo alimento è molto delicato e quindi, di conseguenza bisogna prestare molta attenzione alla data di scadenza. Inoltre, non dimenticate che le uova non vanno mai tolte dal contenitore, il quale va tenuto nei ripiani più bassi del frigorifero.

Ma adesso passiamo alla conservazione di sughi e salse a base di pomodoro. Innanzitutto, dobbiamo affermare che questo ortaggio è facilmente deperibile ed è persino uno dei più subdoli per quanto riguarda il gusto, poiché presenta un sapore già acidulo, che nel pomodoro può rimanere quasi inalterato anche se si è già deteriorato. Proprio per questo motivo, un barattolo di passata, di pelati o di sugo di pomodoro, non dovrebbe mai rimanere aperto in frigorifero e quindi di conseguenza consumato dopo più di 5 giorni dalla sua apertura, in quanto si svilupperebbero dei batteri e della muffe.