Quando mangiare arance per dimagrire? La risposta sconvolgente

Le arance sono uno dei frutti più amati da tutti i consumatori, soprattutto per il loro sapore quasi aspro inconfondibile. Come sappiamo sono una vera e propria fonte di vitamina C, la quale aiuta il nostro organismo a contrastare i sintomi di influenza e raffreddore tipici dei mesi invernali. Quello che invece molti non sanno è che oltre a essere buone, le arance fanno dimagrire. A confermarlo sono i medici nutrizionisti in quanto esperti di dieta. Il frutto invernale per eccellenza è infatti composto per ben l’86 per cento di acqua, con una minima percentuale di zuccheri.

Proprio per questo mangiare le arance quando si è sottoposti ad un regime di dieta non può che fare bene al nostro organismo, poiché apporta solo 47 kcal per ogni 100 grammi di arance. Inoltre, non dobbiamo dimenticare di aprire una piccola parentesi sulla loro elevata quantità di acqua, la quale provoca un effetto saziante, che di conseguenza permette a chi è a dieta di non andare a cercare altrove il cibo. In merito, I nutrizionisti, consigliano che è molto meglio assumerle prima dei pasti, e non dopo.

Le arance aiutano anche tutti i soggetti che soffrono di cellulite, grazie all’ottimo effetto diuretico. Ricordiamo Che l’effetto benefico raggiunge i suoi massimi risultati soprattutto nel momento in cui il frutto lo si assume sotto forma di succo e preferibilmente al mattino. Ma attenzione poiché non finisce qui. Le arance non sono solo buone e dietetiche, ma permettono anche di aiutare il nostro organismo a prevenire alcune tipologie di malanni. Tutto ciò grazie alle molteplici vitamine presenti all’interno del frutto. Tra queste ricordiamo innanzitutto la vitamina C, ma anche la vitamina A, B1, B3 e B5, le quali sono tutte complementari ed essenziali per migliorare le funzioni del nostro corpo.

Se dobbiamo citare tutte le proprietà benefiche di questo straordinario frutto, non possiamo di certo non sottolineare l’importante presenza di minerali. Tra questi troviamo il fosforo, il magnesio, il potassio, lo zinco ed infine, il calcio, quest’ultimo in particolar modo contribuisce a rinforzare le ossa, migliorare la muscolatura e dare energia. Come abbiamo accennato in precedenza, le arance proteggono dunque dai malanni. Nello specifico, tendono a rafforzare i vasi sanguigni, grazie al contenuto di biomolecole, le quali sembrerebbero essere in grado, secondo la scienza, di prevenire alcune tipologie di tumori, tra cui quello del colon, della mammella e del retto. Insomma, possiamo considerare le arance come un vero toccasana.