Mangiare pasta ogni giorno fa male? Ecco la risposta degli esperti

Mangiare la pasta ogni giorno, spesso, viene equiparato erroneamente ad una scarsa abitudine, per meglio dire ad un peccato di gola, il quale col passare del tempo potrebbe comportare drastiche conseguenze al nostro organismo, come ad esempio far ingrassare, far aumentare colesterolo e i trigliceridi, innalzare la glicemia ed infine, potrebbe far sviluppare anche il diabete. Dobbiamo aggiungere che complici di queste false credenze sono le centinaia (per non dire le migliaia) di fake news messe in giro dai tantissimi falsi specialisti della nutrizione.

Quest’ultimi si erigono a massimi esperti, proponendo di eliminare alimenti di importanza fondamentale nella nutrizione di ogni essere umano come ad esempio la pasta e il pane, infangando le loro proprietà benefiche. Ovviamente, però questa piccola premessa, non deve assolutamente essere interpretata come un invito alla liberalizzazione del consumo smisurato di pasta, senza condizioni. La pasta, infatti, è parte integrante della classica dieta Mediterranea, ma nonostante ciò dev’essere consumata in quantità adeguate ad alcuni fattori.  Tra questi abbiamo l’età, il genere, il tipo di attività fisica, l’attività lavorativa svolta, il clima, l’altitudine del luogo in cui si vive, la presenza o meno di svariate malattie o problematiche metaboliche, ecc.

Chiariamo subito una cosa: la pasta di per sé non fa male, soprattutto nel momento in cui viene associata in maniera equilibrata, sia da un punto di vista quantitativo sia da uno qualitativo, ad alimenti proteici. In questo modo riusciremo ad avere una sana e corretta alimentazione, ma riusciremo anche a perdere dei chili che consideriamo di troppo. I benefici non finiscono qui, infatti mangiare pasta serve anche a mantenere e alcune volte addirittura a sviluppare la massa muscolare.  Viene incrementato il consumo di pasta soprattutto in casi in cui solitamente si consiglia di aumentare in modo sproporzionato il consumo di proteine e di aminoacidi, anche sotto forma di integratori e senza un previo consulto o parere del medico, ignorandone completamente gli effetti negativi che si potrebbero avere nel tempo.

Insomma, il primo consiglio per ottenere una buona integrazione proteica, ovviamente cercate di non esagerare e verificate insieme al proprio Medico di base di fiducia se è davvero necessaria. Quindi, rifletteteci e non fatelo alla leggera. Poiché rischiate molto più di quanto pensate, infatti, sono in molti a non essere conoscenza del fatto, che introdurre elevate quantità di proteine senza introdurre a loro volta quantità di carboidrati spinge inevitabilmente il nostro organismo a ricercare questa fonte di energia proprio nella massa magra, cannibalizzando i muscoli al fine di ottenere energia