Mangiare uova a colazione fa bene? Ecco cosa dicono gli esperti

L’uovo, come alimento, seppur sia davvero di piccole dimensioni, cela dentro di sé una grande quantità di pregiudizi. Molti di questi falsi miti sulle uova sono stati smentiti ma oggi parleremo ancora di un altro dubbio esistenziale sulle uova: uova a colazione si o no? Diciamo subito che l’uovo è un alimento completo che apporta molti nutrienti, specie proteine, grassi, vitamine e sali minerali quindi è chiaro che mangiarlo fa più che bene ma ci sono da tempo dei luoghi comuni che definirebbero l’uovo come un nemico della nostra salute in quanto apporta colesterolo e grassi.

La chiave di tutto questo sta nel consumare le uova in dosi corrette e senza esagerare nella frequenza di consumo. Circa 2-3 uova a settimana non avranno nessun effetto negativo sul nostro organismo. Dell’uovo si possono distinguere tre parti: il guscio, l’albume e il tuorlo. I grassi e il colesterolo sono esclusivamente concentrati all’interno del tuorlo, mentre nell’albume ci sono una gran parte delle proteine e degli enzimi, e presenti in modo ubiquitario sono invece le vitamine e i sali minerali. Come detto prima, le uova apportano moltissimi nutrienti per cui mangiarlo a colazione può essere davvero un’ottima idea.

La colazione è il pasto più importante della giornata che fornisce l’energia necessaria per affrontarla al meglio e allo stesso tempo ci permette di non arrivare troppo affamati ai vari pasti successivi. Al contrario di quanto si possa pensare, mangiare le uova a colazione rappresenta una normale abitudine per moltissime persone, in particolar modo per tutti quelli che vivono nei Paesi anglosassoni e nelle area germaniche. E’ importante sapere, infatti, che un buon pasto equilibrato a colazione aiuta ad affrontare la giornata nel migliore dei modi ed inoltre le uova hanno anche un elevato potere saziante: due uova accompagnate da qualche bella fetta di pane integrale, contribuiscono a mantenere in perfetto equilibrato il rapporto di proteine, carboidrati e grassi.

Peraltro, ciò a cui bisogna prestare particolare attenzione non è l’uovo in sé, ma tutto un mondo con il quale lo si va a cuocere: sarebbe meglio prediligere delle cotture leggere, per esempio lo si potrebbe mangiare sodo, alla coque o strapazzato, e sarebbe sicuramente meglio evitare la frittura. Curiosità: l’albume dell’uovo mangiato a colazione trova molteplici e svariati impieghi, poiché le modalità per consumarlo sono davvero moltissime. Ad esempio, esso può essere utilizzato sia a crudo come addensante per pudding freddi, ma si può anche cucinare per una colazione a base di frittata.