Ecco cosa accade se bevi caffè freddo dopo pranzo: “attenzione”

Ma quanto è buono il caffè? Esso rappresenta la scusa perfetta per vedere gli amici e scambiare due chiacchiere anche se si ha poco tempo, è ideale per la colazione, sia come digestivo che dopo pranzo, per merenda accompagnato da un biscotto ma c’è anche chi lo beve dopo cena. Sono davvero in molti a preferire però il caffè freddo rispetto al classico caldo appena preparato ma, fa bene alla salute? Uno studio condotto non molto tempo fa, ha rilevato che il caffè freddo è molto meno acido del caldo e che quindi ha meno probabilità di causare del bruciore di stomaco oppure fastidiosi problemi gastrointestinali.

E che succede a chi beve il caffè freddo dopo pranzo? Moltissime persone hanno infatti l’abitudine di bere caffè freddo subito dopo pranzo in quanto sostengono che faccia digerire, reputandolo una buona abitudine ma, è importante sapere che in realtà non è così. Si è riscontrato, infatti, che questa abitudine è perfettamente in grado di dare degli effetti negativi alla nostra salute per cui sono molti gli esperti che consigliano di evitarla completamente.

Anche se non ci sono riscontri a livello scientifico, bere il caffè freddo subito dopo pranzo può causare una brutta indigestione perché può cambiare lo stato delle cose mangiate in precedenza, rendendone molto più difficile la digestione. Ma quali sono allora, nello specifico, gli effetti negativi del bere caffè freddo dopo pranzo? Esso può provocare non soltanto un forte mal di stomaco ma anche gonfiore addominale. Questo perché degli alimenti, se entrano a contatto con il caffè freddo, tendono ad espandersi, determinando quindi un aumento di volume dello stomaco che può, appunto, apparire più gonfio rispetto allo stato normale e causare addirittura dolore.

Il caffè freddo dopo pranzo sconvolge totalmente la temperatura del nostro stomaco proprio nel momento in cui inizia il processo digestivo che viene rallentato. Esso, inoltre potrebbe determinare addirittura una congestione se l’organismo è particolarmente accaldato o sudato. La quantità di caffeina non cambia la temperatura e quindi se amate il caffè freddo allora potete dire di “si” alla freschezza, ma senza esagerare. Una curiosa indagine socio-psicologica sostiene quindi che, chi beve il caffè molto caldo, è una persona dal carattere forte, invece chi predilige quello freddo è molto legato e dipendente dalla propria mamma. Il caffè freddo è più diffuso in Italia specie d’estate, preparato nella modalità classica ma messo in bottiglia, zuccherato e riposto all’interno del frigorifero.