Ecco i benefici di mangiare pasta integrale: “da non credere”

Soprattutto negli ultimi anni, avrete sicuramente sentito parlare spesso di pasta integrale, infatti è proprio in quest’ultimo periodo che questa particolare tipologia di pasta ha iniziato a rivestire un ruolo sempre più da protagonista sulle nostre tavole. La prima cosa da dire è in cosa si differenzia sostanzialmente dalla pasta tradizionale e la risposta è che sta tutto nella materia prima. La pasta integrale è infatti ottenuta non dalla solita e comune farina ma direttamente dalla semola di grano duro integrale, la quale rispetto alla pasta tradizionale è il frutto di una lavorazione differente del chicco.

Attenzione però, poiché non tutti i grani duri sono ottimi. Dunque, per un risultato finale eccellente è determinante la scelta di un grano duro, che possieda spiccate caratteristiche di dolcezza, oltre ovviamente ad un buon contenuto proteico. In questo modo si assicura alla pasta un gusto delicato, non amaro e anche una buona tenacità riguarda la masticazione e la cottura. Inoltre, è importante puntualizzare che mentre nella pasta di semola tradizionale la parte cruscale del chicco di grano viene eliminata.

In quella integrale la semola contiene perfino le parti esterne del chicco, le quali sono costituite prevalentemente da fibre vegetali, da proteine, da sali minerali ed infine, da vitamine del gruppo B, le quali hanno la straordinaria proprietà di fornire le fibre alla pasta. Infine, per quanto riguarda il profilo organolettico, possiamo dire che la pasta integrale è leggermente più scura proprio grazie alla presenza di parti cruscali ed inoltre, ha un sapore decisamente più forte di quella tradizionale. Dal punto di vista nutrizionale invece gli studi hanno dimostrato che in 100 grammi di questo alimento troviamo circa 64/65 gr di carboidrati disponibili, 13 gr di proteine, 7 gr di fibre e 2 gr di lipidi.

Tutto ciò fa sì che il nostro organismo riceva un apporto calorico di ben 330 kcal. La pasta integrale è inoltre molto povera di grassi saturi, colesterolo e sodio e alcune volte può anche rappresentare una fonte di fibra alimentare, di manganese e di selenio. Adesso che abbiamo un quadro abbastanza chiaro dei suoi valori nutrizionali della pasta integrale, non ci resta altro che scoprire nel dettaglio quelli che sono i benefici della pasta e di tutti i prodotti di questo tipo. I medici, raccomandano di includere il consumo di cereali integrali nell’alimentazione quotidiana, dal momento che questi cibi contengono molteplici proprietà benefiche per il nostro organismo, come ad esempio la presenza di fibre che ci aiuta con il transito intestinale.