Bere caffè a stomaco vuoto: ecco cosa succede al nostro corpo

E’ ormai risaputo che il caffè ha numerosissimi benefici sul nostro organismo ma è anche vero che se assunto in maniera scorretta può causare diversi problemi. Quando parliamo di metodi scorretti, ci riferiamo soprattutto ad un’assunzione sbagliata del caffè: ovvero a stomaco vuoto. Una delle principali abitudini che abbiamo un po’ tutti è quello di prendere il caffè di prima mattina, completamente a digiuno e spesso e volentieri senza accompagnarlo con un cornetto o un biscotto.

Partiamo dal presupposto che il caffè appena svegli non andrebbe assunto e secondo la scienza, l’orario migliore per berlo è dalle 9.30 alle 11.30 cioè quando il cortisolo, l’ormone che produciamo proprio per svegliarci, ha già fatto il suo effetto. Ma orari e ormoni a parte, bere il caffè appena svegli è altamente sconsigliato, specie prima di fare una ricca colazione. Il caffè a digiuno può, a lungo andare, portare dei seri problemi allo stomaco e il motivo di tutto ciò è molto semplice, quando assumiamo caffè a digiuno causiamo un incremento della secrezione acida gastrica.

L’acido cloridrico rilasciato dalla caffeina in genere aiuta ad elaborare il cibo ingerito (non a caso il caffè viene spesso considerato un digestivo), ma se questo non è presente ecco che può invece attaccare le mucose dello stomaco. In soggetti particolarmente sensibili questo tipo di acidità potrebbe anche andare favorire la comparsa di problemi come la gastrite, il bruciore di stomaco e il reflusso gastro/esofageo.

E’ ovviamente scontato dire che chi soffre già di questo tipo di disturbi, non dovrebbe completamente assumere il caffè. Ma quindi per risolvere il problema possiamo consumare un decaffeinato? Assolutamente no. E’ vero che la maggior parte dei problemi deriva dalla caffeina, ma è altrettanto vero che anche tutte le sostanze aromatiche del caffè incidono sul nostro stomaco. Allora cosa bisogna fare per non rinunciare ad una fumante tazzina di caffè al mattino? E no, non serve diluirlo nel latte in quanto, in questo modo, non risolverà il problema.

Quello che dobbiamo imparare è che non si deve prendere il caffè a stomaco vuoto ma si deve accompagnare ad una ricca colazione: ciò significa che per assumere correttamente il caffè al mattino dobbiamo prima fare colazione e solo dopo possiamo concederci la nostra agognata tazzina. Inoltre c’è anche chi sostiene che un ottimo modo per bere il caffè al mattino è quello di accompagnarlo allo yogurt che non solo ne prolungherà gli effetti benefici, ma aiuterà perfino lo stomaco a stare molto meglio.