Ecco perché bere camomilla la sera aiuta a dormire: “pazzesco”

La camomilla è una pianta erbacea, a crescita spontanea, di cui si usano maggiormente i fiori che, una volta fatti essiccare, vengono immersi in acqua calda per la preparazione di infusi e tisane. Le proprietà naturali di tale pianta medicinale rendono la camomilla uno dei prodotti più utilizzati per riuscire a dormire bene. Si può quindi affermare che essa favorisce il rilassamento e può indirettamente influire sull’addormentamento.

Già gli antichi Egizi conoscevano le proprietà della camomilla e la utilizzavano come perfetto antidolorifico, si ritiene infatti addirittura che Alessandro Magno stesso la introdusse come pianta officinale. In effetti, essa, a differenza di altre erbe officinali quale la valeriana, oltre a favorire un ottimo rilassamento per mente e corpo, ha anche proprietà antispasmodiche e rilassanti su tutto il tratto intestinale. Oltre a queste proprietà, la camomilla essendo ricca in flavonoidi può comunque agire da antiossidante ed antinfiammatorio. Ma quali sono i benefici della camomilla?

Le proprietà benefiche della camomilla risiedono proprio nella sua azione calmante, rilassante e lenitiva; tali proprietà aiutano a distendere i muscoli, favorendo il buon rilassamento e quindi rendendo consigliabile, come da tradizione tutta italiana, l’uso della camomilla per dormire. Prendere la camomilla prima di dormire fa bene? I benefici della camomilla, come già detto, sono perfettamente in grado di aiutare a migliorare la qualità del sonno. La metodologia di assunzione della camomilla non è però da trascurare in quanto, al fine di mantenere inalterate le sue proprietà, essa va preparata tenendo a mente alcune regole ben precise:

  • la camomilla va infusa in acqua bollente, immergendo la pianta essiccata o le bustine nella tazza piena d’acqua;
  • va tenuta in infusione per un massimo di 3 minuti ed è importante non lasciarla di più perché l’infuso ottenuto potrebbe portare ad un effetto eccitante anziché calmante;
  • si consiglia di non berla subita prima di dormire, ma un pochino prima, per evitare fastidiosi risvegli alla volta del bagno.

Grazie alle sue proprietà rilassanti, la camomilla insieme anche alla valeriana e la lavanda, ciascuna con le sue proprietà uniche ed importanti per favorire un buon riposo, vengono associate alla melatonina negli integratori alimentari. E’ certo che, assumere le quantità adeguate di tali elementi naturali con un semplice gesto è molto più comodo di doversi preparare una tisana ogni sera evitando anche il rischio di intaccare le delicate proprietà della camomilla con un eccessivo tempo di infusione.