Quanto influisce l’età pensionabile sull’economia del nostro paese?

In particolare, via XX settembre ha preso atto della nota del presidente dell’Istat che comunica l’aumento della speranza di vita a 65 anni, «pari a 0,021 decimi di anni». Il dato, spiega il decreto, «trasformato in dodicesimi di anno, equivale a una variazione di 0,025 che, a sua volta arrotondato in mesi, corrisponde a una variazione pari a 0». E’ una buona notizia, anche se riflette il fatto che la speranza di vita non cresce. E così il requisito per l’accesso alla pensione di vecchiaia resta fissato a 67 anni anche nel biennio 2021-2022, come è adesso.La pensione di vecchiaia è una prestazione economica erogata dall’INPS previa presentazione di una apposita domanda da parte del lavoratore dipendente o autonomo.Per avere diritto alla pensione di vecchiaia 2020, i lavoratori, devono essere in possesso di determinati requisiti sia in termini di età pensionabile che di contributi versati.La problematica principale riguarda l’occupazione dei posti di lavoro, che non permette ai più giovani di lavorare. Tale modalità non causa  la diminuzione della disoccupazione,perché i lavoratori più anziani per arrivare al fine del loro percorso lavorativo devono impiegare più anni.Tutto ciò è  stato calcolato in base alla speranza di vita, che mai raggiunge mai quella stabilita. Questo intervento legislativo peggiora notevolmente l’economia del nostro paese