Guido Bastianini – Ecco cosa succede in MPS

Marco Morelli, amministratore delegato della Banca MPS (Monte dei Paschi di Siena) ha già reso noto già dallo scorso febbraio che non ricoprirà l’incarico occupato oramai dal settembre 2016 una volta terminata la naturale scadenza del mandato: è stato lui stesso a renderlo noto ha comunicato ai membri del consiglio di amministrazione e ai membri del Comitato di Direzione di aver informato il ministro dell’Economia la sua non intenzione di ricandidarsi come guida del gruppo bancario.

I precedenti papabili per la “successione”

Fino a qualche giorno fa i nomi papabili per prendere il posto di Morelli erano principalmente Alberto Minali che ha già ricoperto il ruolo di ad del Gruppo Cattolica Assicurazioni dal 1° giugno 2017 al 31 ottobre 2019 nonchè vicepresidente di Generali Italia, e Mauro Selvetti ex amministratore delegato del Credito Valtellinese, e non era esclusa anche l’ipotesi “interna”, ovvero Andrea Rovellini già vicedirettore generale vicario del MTS.

Il nome delle ultime ore, Guido Bastianini

Tuttavia ANSA rende noto nelle ultime ore il nome attualmente più vicino a succedere a Morelli sembra essere Guido Bastianini, 62enne ex ad della Banca Carige ad essere indicato dalMef, principale azionista con oltre il 68%, come nuovo ad di Banca MPS.
Il profilo di Bastianini sembra il favorito anche per il Sole 24 ore dato che sembra aver messo d’accordo la maggioranza di governo PD e M5S.

 

Chi è il probabile nuovo ad di MPS

Bastianini, laurea alla Luiss, ha iniziato la sua carriera presso l’ufficio Studi e Pianificazione della Banca Nazionale dell’Agricoltura, per poi passare al Banco di Santo Spirito e quindi alla Banca di Roma. Con la nascita di Capitalia ha ricoperto diversi ruoli all’interno del gruppo fino a quando questo è confluito in Unicredit. Nel 2008 passa alla Sator di Matte Arpe e poi diventa prima vice presidente e poi presidente di Banca Profilo. Nel 2016 l’approdo in Carige da cui esce nel 2017.