Tiziana Panella – età – ex marito – figli – compagno – Tagadà

Tra le figure giornalistiche televisive femminili più apprezzate per competenza ed eleganza, Tiziana Panella è molto apprezzata anche per la professionalità che la contraddistingue nei programmi che conduce.

Biografia e carriera giornalistica

Emerenziana Panella ma conosciuta da tutti come Tiziana, nasce a San Paolo Bel Sito (località nell’entroterra napoletano) il 24 aprile 1968 e da fin giovanissima coltiva la passione del mondo dello spettacolo sommato all’interesse verso il giornalismo, tanto da vincere un premio letterario creato da L’Espresso ed inizia le prime collaborazioni con Il Giornale di Napoli ed Il Mattino mentre la carriera in televisione inizia nel 1990 con la conduzione di diversi telegiornali locali di Caserta e nel 1993 pubblica il suo primo libro (Le parole della fame) dopo un reportage in Mozambico ed inizia a farsi conoscere al grande pubblico contribuendo alla creazione di programmi come I fatti vostriChi l’ha visto (che condurrà per alcuni mesi nel 2000) e Indagine e nel 2001 passa passa all’emittente La7, dove condurrà il telegiornale per tre anni. Nel 2003 diventa giornalista professionista e l’anno dopo vince assieme ad Alessandra Anzolini il 4° Festival Cinemambiente con la realizzazione di un documentario sui rifiuti in Campania.
Successivamente passa all’emittente La7 quando entra a far parte del programma Omnibus per poi presentare il Magazine di TG La7 , il talk show Coffee Break ed a partire dal 2015 conduce Tagadà che diventa il contentitore principale pomeridiano dell’emittente.

Altre attività

Dal 2005 al 2008 ha ricoperto la carica di assessore alle Politiche e ai Beni Culturali presso la Giunta di Caserta al Marketing territoriale e all’Editoria nella giunta del Partito Democratico, fino a rassegnare le dimissioni per motivi professionali.

Vita privata

Molto riservata, la giornalista è stata sposata con un neurochirurgo più grande di lei di 15 anni che l’aveva precedentemente operata, dopo un’infortunio occorso mentre danzava, mentre successivamente si è legata a Anthony Acconcia, direttore generale della provincia con il quale nel 2008 è stata indagata per falso ideologico nell’ambito dello scandalo sulle varianti al piano regolatore di Casagiove. Tiziana ha una figlia chiamata Lucia.