Attenzione a mangiare hamburger crudo: cosa può accadere?

Alla scoperta di alcune informazioni importanti per la salute.

Mangiare hamburger crudo non è il massimo per la salute. Se sei qui, significa che hai sentito parlare dei rischi per la salute. Se vuoi saperne di più in merito, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare alcune informazioni preziose in merito.

Mangiare hamburger crudi: i rischi per la salute

L’hamburger è un alimento molto diffuso, facente parte ormai da diversi anni della quotidianità di molte persone. Realizzato utilizzando carni di volatili come il pollo e il tacchino ma anche di esemplari come il maiale e il vitello, non dovrebbe essere mangiato crudo. Il motivo è legato al fatto che, così facendo, si rischia di entrare in contatto con batteri pericolosi, come per esempio la salmonella e l’Escherichia coli.

Fondamentale quando si decide di portare in tavola l’hamburger prevede il fatto di porre attenzione anche alla cottura interna. Molte volte, infatti, la cottura esterna sembra perfetta ma non si può dire altrettanto per quella interna. L’hamburger, per non essere dannoso per la salute deve essere cotto in tutte le sue parti. Cuocerlo solo fuori e lasciarlo crudo dentro è inutile.

Mentre stai leggendo queste parole, ti starai molto probabilmente facendo qualche domanda. Come mai? Perché, negli ultimi anni, in diversi locali va molto di moda il fatto di servire hamburger cotti pochissimo, ossia al sangue.

Sono salutari? Assolutamente no. Come specificato da parte della Food Standards Agency nel 2016 con una campagna dal titolo “L’hamburger non è una bistecca”. Il pericolo derivante dal portare in tavola un hamburger al sangue è legato al fatto che, essendo l’alimento composto da diverse tipologie di carne, sussiste il rischio della contaminazione da batteri patogeni in ogni parte.

Come sopra specificato, l’unico modo per avere la certezza di eliminarli è sottoporli a cottura. La buona notizia è che c’è un criterio utile per capire se l’hamburger è pronto per essere portato in tavola. Quale, di preciso? L‘assenza di porzioni rosa. Inoltre, è molto importante che la carne risulti calda al centro.

Dal momento che i batteri sopra citati possono rivelarsi pericolosi per la salute – l’Escherichia coli 0157, per esempio, può provocare diarrea emorragica – è molto importante procedere con metodo e, per esempio, ricorrere a un termometro per controllare la temperatura nel cuore dell’hamburger. Nel momento in cui rimane stabile poco sopra i 70° C – il parametro corrisponde a 72° C per almeno due minuti – significa che l’hamburger è pronto per essere portato in tavola.