Cosa succede a chi mangia il miele con il mal di gola? Ecco la verità

Il mal di gola spesso può essere un sintomo doloroso, dovuto all’infiammazione della mucosa dell’apparato respiratorio. Il miele può essere la soluzione ai nostri problemi. Prodotto dalle api, fin dai tempi antichi, il miele è stato utilizzato per le sue proprietà curative e dolcificanti. Il mal di gola è il primo sintomo che cerchiamo di sconfiggere con l’utilizzo del miele, scatenato da agenti patogeni come virus e batteri o indotto da agenti allergenici o irritanti come fumo e bevande alcoliche. Può essere scatenato anche dall’inalazione di sostanze chimiche come smog o altro tipo di inquinamento ambientale.

Il miele

Come detto in precedenza, il miele è stato sempre utilizzato per curare determinati sintomi. In questo articolo andiamo a vedere come curarci al meglio con l’utilizzo del nostro nettare d’oro. Diversi studiosi, affermano l’efficacia del miele per il nostro organismo da agenti patogeni. Per tale motivo, il miele viene definito un antibatterico per eccellenza grazie al suo alto contenuto di principi attivi che attaccano direttamente i germi rendendoli incapaci di sviluppare resistenza. Ma non solo, il miele è anche molto utile per il nostro sistema immunitario, favorendoci un’attività elevata di globuli bianchi e aiutando la nostra circolazione dei tessuti lesionati.

Ricco di antiossidanti, il miele riesce a contrastare i radicali liberi e aiuta a mantenere l’integrità dei tessuti e celle cellule stesse, rallenta il processo di invecchiamento cellulare. I mieli con una colorazione più scura, precisamente quelle di castagno, vi sono presenti più antiossidanti come ad esempio vitamina c e flavonoidi.

Come usare il miele

Uno dei mieli che consigliamo di usare è il miele di Manuka ottenuto dai fiori di Leptospermum scoparium avendo la più alta concentrazione di antinfiammatori e antibatterica. Con il suo sapore super dolciastro è possibile utilizzarlo anche per il mal di gola dei più piccoli. Stimolando la salivazione e mobilitando il muco stagnato nelle vie respiratorie riesce ad espellere il muco più velocemente. Infine il miele ha una buona proprietà sedativa che permette di calmare la tosse. In questo modo il miele calma il riflesso della tosse e sfiamma tutto il nostro apparato respiratorio.

Dunque, adesso, cerchiamo di capire come assumerlo al meglio. L’utilizzo anche solo del miele nelle tisane o nelle bevande calde ha una sua buona efficacia per aiutare il nostro mal di gola. Ma è possibile anche che il miele  può essere abbinato al limone, ottimo per le sue proprietà disinfettanti, portando ancora più efficacia alla nostra guarigione. Spremendo un limone e amalgamandolo con un cucchiaio del nostro miele preferito, sentiremo subito una sensazione di sollievo immediato.

Possiamo anche associare miele e curcuma, mescolando un pizzico di curcuma della nostra tisana già dolcificata col nostro miele,è possibile percepire tutto un’altro gusto più speziato e con ottime proprietà disinfettanti. Anche una tisana con i chiodi di garofano e miele è un rimedio eccellente per il nostro mal di gola. Tutti questi infusi è possibile consumarli fino a 2 o 3 tazze al giorno, potendo dire addio, una volta per tutte al nostro odioso mal di gola.