Mal di denti con succo di limone? grave, ecco cosa ti sta succedendo

Sono ormai diversi anni che ci capita di sentire che sempre più persone hanno preso l’abitudine di bere ogni mattina acqua e limone. Alcuni la bevono tiepida, altri fredda, altri ancora assumono il succo di limone mescolato al magnesio o al ginger.
Quali sono le ragioni di questa usanza?

L’origine risiede nel numero sempre crescente di articoli che magnificano i benefici del limone per il nostro organismo.
Sembra quasi che la soluzione di acqua e limone sia diventata il rimedio più efficaci per qualsiasi male, pare infatti che esso sia in grado di depurare, far dimagrire, sciogliere i depositi adiposi localizzati ed altre cose ancora.

Va bene tutto ma non dobbiamo fare l’errore di dimenticare che il succo di limone contiene acido citrico per cui è estremamente acido.
La Dr.ssa Silvia Babboni, odontoiatra ci parla dell’assunzione di acqua e limone ci raccomanda di fare presente che:
-un uso continuo e prolungato può erodere lo smalto dei denti in modo irreversibile che, una volta accaduto ciò, non si riforma più.

-Se proprio non si riesce a fare a meno del limone basta avere l’accortezza di berlo mediante l’utilizzo di una cannuccia, in modo da minimizzare il contatto diretto del succo di limone con lo smalto dei denti.
Ma ciò che a noi preme sapere è se il limone può esserci d’aiuto in caso di mal di denti.
Il succo di limone ha sicuramente note proprietà astringenti, ma è anche un antisettico naturale; effettuare dei gargarismi con una miscela di succo di limone e sale, che ne aumenta il suo potere disinfettante, può dare rapidamente sollievo.

Piccoli consigli: i denti non vanno lavati subito dopo aver bevuto il limone perché la combinazione con il dentifricio, soprattutto se si usa una pasta che contiene sbiancanti, può essere molto lesiva per lo smalto dei denti.
È meglio quindi attendere almeno una ventina di minuti prima di lavarsi i denti assicurandosi di sciacquare prima la bocca con l’acqua.