Allarme pomodori: alcuni contengono pesticidi! ecco cosa fare

I pesticidi sono davvero un grosso problema per le coltivazioni, su cui si e sempre parlato nel tempo. Utilizzando queste sostanze altamente nocive si possono alterare i prodotti coltivali, causando gravi rischi alla salute dell’uomo. In particolar modo dobbiamo prestare attenzione ai pesticidi nei pomodori.
Le sostanze chimiche nonché i pesticidi antiparassitari vengono utilizzati per eliminare tutti quegli insetti che danneggiano la pianta e i loro frutti.

I pomodori purtroppo sono degli ortaggi che contengono molte tracce e residui di pesticidi perché fanno parte di quella categoria di ortaggi con la buccia molto sottile.
I pesticidi sono sostanze che alterano nell’uomo il metabolismo ormonale e causano anche dei problemi di fertilità, obesità, e tumori.
I residui che noi troviamo nei pomodori è molto ridotta; per questo una volta ingeriti i nostri ortaggi non creano subito i sintomi di intossicazione , ma a lungo andare si possono contrarre le malattie di cui abbiamo parlato in precedenza.

I nostri amati pomodori nonostante questo sono sottoposti a severi controlli, per garantire la salute degli esseri umani, però il problema e che molti dei nostri ortaggi che troviamo tranquillamente nei supermercati arrivino quasi tutti da paesi extraeuropei dove i controlli sono molto bassi e quindi un maggiore rischio per la nostra salute.
Dopo aver capito che bisogna prestare attenzione ai pesticidi che utilizzano nei pomodori, vediamo un po’ come tutelare la nostra salute da questi rischi.

Il primo passo fondamentale è quello di scegliere e acquistare prodotti biologici e controllati.
Una volta che acquistiamo i nostri pomodori , dobbiamo accuratamente lavarli con acqua e bicarbonato, lasciarli in acqua per 15 / 20 minuti, passando la mano delicatamente, in modo tale da eliminare tutti i batteri presenti in esso.
I pesticidi rimangono di più nella buccia del pomodoro, si consiglia sempre infatti di eliminarla per la preparazione di sughi e levarla quanto il più possibile per metterli nell’insalata.

Inoltre se si ha la possibilità di avere un piccolo giardino, si può tranquillamente comprare una busta di semi di pomodori, piantarli e aspettare che nasca la pianta con il suo frutto, cosi da essere sicuri che il prodotto che si mangia è senza pesticidi e soprattutto a chilometro zero.