Pazzesco, se mangi il tonno in scatola in questo modo elimini i batteri

Il tonno in scatola è uno di quegli alimenti che gode di moltissima stima ma anche di tante, tante critiche.
E’ considerato il cibo degli universitari per eccellenza, per via della sua bontà e facilità di consumazione che lo rendono, dunque, il protagonista di tante pietanze. E’ ottimo per condire dell’insalata, per preparare piatti di pasta o riso, pe farcire un panino, insomma il tonno sta bene dappertutto.

Se quest’alimento salvavita insaporisce ogni piatto sia semplice che non, ciò che lo rende inconfondibile è soprattutto la scatola in latta. Basta infatti sollevare la linguetta, fare una leggera forzatura ed ecco che è pronto per versarlo dove vogliamo.
Attenzione però ad una cosa fondamentale che spesso dimentichiamo di fare prima di aprire ogni confezione di tonno.

Le scatolette di pesce come anche le lattine delle bibite non hanno in comune soltanto l’apertura pratica, ma c’è dell’altro. Purtroppo, ad accomunarle è un fattore non troppo igienico, anzi addirittura assolutamente dannoso. Ci riferiamo ai germi che si accumulano accanto alle linguette, proprio in quella parte in cui poggiamo le labbra per bere la bibita. Seppur il caso del tonno sia diverso in quanto non lo mangiamo direttamente dalla scatoletta e appoggiando le labbra, tuttavia è anche qui necessario prestare molta attenzione.

Infatti, quando la apriamo per versare il pesce sul piatto, rischiamo che il contenuto tocchi le sue parti esterne che sono sporche e piene di batteri. Spesso queste confezioni restano a lungo tempo negli scantinati e negli appositi magazzini in attesa di essere trasportarti. Durante questo periodo, animaletti vari potrebbero passarvi sopra o semplicemente si potrebbe accumulare della fastidiosa polvere.

Per tale ragione non bisogna mai dimenticare di fare questa cosa prima di mangiare il tonno in scatola.

Cosa possiamo fare per evitare che il nostro amato tonno entri in contatto con germi di ogni tipo e qualità? Beh, in realtà è molto semplice. Basterebbe soltanto sciacquare e asciugare la scatoletta con un po’ di carta assorbente per far si che l’acqua possa togliere via lo sporco in eccesso, senza dover usare detersivi o altro perché risulterebbe controproducente. Passeremmo infatti dal rischio di ingerire i batteri a quello di ingerire il sapone.