Il cane non ubbidisce più ai vostri comandi?: attenzione può essere molto grave

Quando si adotta un cane, il primo passo da fare sarà riuscire a farsi obbedire. Molte volte non ci si riesce subito, e quindi ci si ritrova con cani che invadono i nostri spazi e non ascoltano i comandi. La disobbedienza può essere causa da 4 motivi:

Non ricompensazione, un modo efficace per farsi obbedire è dargli un comando e poi premiarlo con dei croccantini. In questo modo non ignorerà più i comandi del padrone, perché sarà attratto dalla ricompensa. All’inizio il padrone dovrà provarci più di una volta, ma non appena imparerà sarà quasi automatico.

Comandi poco chiari, Dobbiamo saper interagire con il cane. Se non si impartiscono gli ordini in modo chiaro è difficile che otteniamo risultati, ma in questo caso è colpa nostra e non loro. Dobbiamo imparare a collegare quello che diciamo e il nostro linguaggio del corpo. Perché i cani comprendono molto più i gesti.

I comandi che lo spaventano, Alcuni ordini possono spaventare il nostro amico a 4 zampe. Per esempio, quando alziamo la voce, magari per sgridarlo. Un altro comando che incute timore può essere il momento del bagno. Non bisogna forzare il cane, ma fare tutto con molta calma dandogli il tempo di abituarsi a quella situazione. Non dimentichiamo di dargli qualche ricompensa.

La mancanza di leadership, La disobbedienza del cane solitamente, nella maggior parte dei casi, è dovuta alla mancanza di leadership. Perché se il cane non riconosce il padrone come tale e quindi come leader non gli obbedirà mai. Anzi troverà normale non ubbidirgli. La mancanza di leadership insieme ai comandi poco chiari, sono causa di disobbedienza legata ad un errore umano, e questo non fa altro che danneggiare il rapporto tra il cane e il padrone. Dobbiamo però puntualizzare il fatto che quando adottiamo un cane, dobbiamo renderci conto che da quel momento in poi noi saremo il suo punto di riferimento e la sua guida.