Le piante grasse hanno bisogno di più cura di quanto ci si immagina: ecco perchè

Le piante grasse anche chiamate succulenti sono piante che si possono tenere sia in casa che in giardino, inoltre, vivono inverni freddi e secchi e questo le porta ad andare in riposo vegetativo fino ai primi di novembre. Per questo non si danneggiano a temperature basse, resistendo anche fino ai 5°C. queste piante hanno bisogno di molta cura ed accorgimenti per far sì che crescano in salute e rigogliose. Eccone qualcuno.

Stagioni fredde: I luoghi dove curare al meglio le piante grasse d’inverno sono le serre. Poiché lì si può controllare l’umidità e la temperatura. Inoltre, se quest’ultima scende sotto i 5°C è consigliato trasferirle dento casa.

Stagioni calde: In estate invece le succulente possono resistere anche a temperature che superano i 30°C senza danneggiarsi. In questo periodo dell’anno i fiorai consigliano soltanto di coprire nei primi giorni di esposizione al sole le piante con un telo.

Quando cominciare a coltivare le piante grasse: Il momento migliore dell’anno per piantare le succulente va dai primi di gennaio alla fine di marzo. Il terreno dev’essere molto morbio, setacciato e se si vuole si può aggiungere della sabbia. Per quanto riguarda l’irrigazione, queste piante devono essere innaffiate soltanto d’estate, poiché in inverno ricevono l’umidità dall’aria. Inoltre, quando si annaffiano non bisogna bagnare i fiori e non dobbiamo usare acqua contenente calcare. Poiché potrebbe alterare le sostanze contenute nel terreno e rovinare la pianta.

Come tenere le piante grasse in casa

Per quanto riguarda le piante in casa invece, bisogna tenerle in vasi di almeno 5°cm, metterle vicino finestre o balconi e innaffiarle sono nelle giornate più calde. Hanno bisogno di essere spolverate, altrimenti la polvere potrebbe intaccare la fotosintesi, e come nella maggior parte delle piante togliere le parti danneggiate per evitare problematiche alla pianta.

Come curare le malattie delle piante grasse

Nonostante tutti questi accorgimenti queste tipologie piante possono essere attaccate da parassiti come i ragnetti rossi, e sviluppare malattie provocate da un eccesso di acqua nel terreno, che porta la pianta alla morte.

Per curarle innanzitutto dobbiamo individuare la causa del problema e quindi capire se possiamo risolverla potandola o concimandola. Se invece il problema riguarda dei parassiti dobbiamo utilizzare degli insetticidi. È molto importante usarli all’inizio della stagione invernale, ovvero quando la pianta sta cominciando il riposo annuale.