Come pulire le arterie dal fumo: ecco il trucco che sorprende tutti

Da oltre un secolo i pericoli del fumo sia attivo che passivo sono stati evidenziati, dapprima in forma “superficiale” e parzialmente teorica ma con il passare del tempo in maniera sempre più approfondita e specifica: i decessi ogni anno sono numerosi, e non si contano le diverse patologie che sono correlate all’azione stessa di fumare. Il contesto generale verso il fumo sta cambiando da tempo ed oggi c’è molta più sensibilità in tal senso. Il fumo provoca infatti un’azione di disturbo per praticamente ogni parte del corpo, e tra le principali problematiche oltre a quelle strettamente correlate all’apparato cardio respiratorio è costituito dall’effetto negativo sulle arterie.

Come pulire le arterie dal fumo: ecco il trucco che sorprende tutti

Le arterie sono costituite da strutture membranosi circolari, adibiti al trasporto di sangue dal cuore verso tutti i tessuti dell’organismo, e che sono particolarmente sensibili all’azione del fumo: le sigarette infatti contengono monossido di carbonio e nicotina, due sostanze che influiscono molto negativamente sul normale “traffico” di sangue, provocando in molti casi le condizioni per infarto del miocardio, ictus cerebrale, aterosclerosi e tutta una serie di disturbi gravi.

Lo stile di vita, e anche l’alimentazione possono rivelarsi dei grandi alleati per ridurre il rischio di “otturazione” delle arterie causato dal fumo, e più nello specifico l’uso di rimedi naturali come varie forme di tisane che se consumate con regolarità, possono riuscire nell’intento. Menta, eucalipto, timo, liquirizia sono tutte sostanze utili ma è anche possibile preparare un composto formato da aglio, radice di zenzero, limone ed acqua.

E’ sufficiente sbucciare e frullare l’aglio, aggiungervi lo zenzero ed il succo di quatto limoni e mixarli nuovamente con il frullatore fino a sviluppare un composto omogeneo. Dopodichè questo composto va unito in due litri di acqua e una volta lasciato raffreddare, consumato.

Gli effetti positivi sono riscontrabili a partire da alcune settimane dall’inizio del “trattamento”.

arterie fumo