Peggiori marche di gelato confezionato: ecco quali sono, attenzione

Il gelato è il “re” indiscusso dell’estate, uno dei migliori “alleati” in assoluto durante l’arsura estiva che permette di trovare un po’ di refrigerio sopratutto nei giorni più effettivamente caldi. La tradizione di mangiare gelato sembra essere quasi “esclusiva” dal punto di vista culturale del nostro paese anche se è effettivamente diffuso sotto varie forme e tipologie in tutto il mondo.

Idealmente il gelato rappresenta un prodotto tendenzialmente considerabile dolciario realizzato con prodotti caseari o derivati, sottoposto a refrigerazione; nel nostro paese permane la tradizione del gelato artigianale, ossia quello realizzato secondo una preparazione “semplice”, che si contrappone a quello industriale, sempre più diffuso sopratutto per una questione pratica. Quest’ultimo viene spesso definito anche gelato confezionato, disponibile oramai in varie marche che producono svariate forme di questo prodotto. Ma quali sono le migliori?

Peggiori marche di gelato confezionato: ecco quali sono, attenzione

Il gelato in senso assoluto viene percepito come un prodotto che piace a tutti e che “non fa male” rispetto a tante altre varietà di prodotti dolciari. Questo è vero ma in parte, in quanto sopratutto per motivazioni “estetiche” ma sopratutto per quelle legate alla conservazione il gelato confezionato è per forza di cose “meno puro” rispetto a quello fatto in casa.

Bisogna fare attenzionee ai valori, sopratutto quelli corrispondenti al contenuto di aromi, emulsionanti e coloranti, generalmente si calcola il numero di prodotti che sono presenti, e anche se alcuni termini possono dare l’impressione di essere innocui come la dicitura “aromi naturali”, che può sostanzialmente voler dire qualsiasi cosa.

In generale i termini da tenere d’occhio e che possono essere causa di disturbi, allergie ed intolleranze sono,poliricinoleato di poliglicerolo, carragenina olio di cocco, fosfati di ammonio e poliricinoleato di poliglicerolo. Da segnalare anche il contenuto di zuccheri, ricordando che la dose giornaliera consigliata non è superiore a 50 grammi: un buon gelato confezionato non dovrebbe contenere più del 40 % di zuccheri del peso totale.

gelato