Emergenza tonno in scatola: ecco quello che stanno nascondendo

Aprire una scatoletta di tonno è sicuramente una delle scelte più pratiche per uno spuntino ad alto contenuto proteico, con un costo davvero irrisorio e senza dover sporcare minimamente la cucina per prepararlo. Ma cosa succede se consumiamo troppo tonno in scatola? Purtroppo c’è un effetto collaterale, da tenere assolutamente in considerazione, per il quale dovremmo limitare il consumo di tale alimento, se non evitarlo del tutto.

Il principale svantaggio di consumare tonno in scatola è la presenza di mercurio all’interno di questo stimatissimo pesce e a seconda del tipo di tonno che si consuma, è possibile ingerire una quantità elevata di mercurio, il quale risulta particolarmente molto pericoloso per la nostra salute. Il mercurio arriva nell’ambiente a causa delle attività produttive industriali, depositandosi nei laghi, nei fiumi e negli oceani. Ovviamente entra, così, nel ciclo vitale di qualsiasi altro organismo acquatico ma il mercurio negli oceani è presente anche per via della decomposizione del carbonio organico naturale.

Una volta presente in acqua i microrganismi lo trasformano in una forma tossica che si accumula nella carne del pesce che consumiamo. Il metilmercurio, così chiamato, si accumula maggiormente nei predatori più grandi, come appunto il tonno. I pesci hanno quindi livelli di mercurio differenti. Il tonno in scatola è uno di quei prodotti che ha livelli alti di mercurio, quindi superate le 2/3 porzioni settimanali il suo consumo rischia di diventare dannoso per la nostra salute.

Il metilmercurio è una potente neurotossina, quindi, il tonno se assunto troppo spesso può provocare avvelenamento. Tra gli effetti collaterali troviamo: prurito o formicolio alle dita dei piedi e delle mani, debolezza, problemi di coordinazione, disturbi all’udito e visione periferica diminuita. C’è da sottolineare che consumare tonno in gravidanza è estremamente pericoloso e può causare disturbi al sistema nervoso nei loro bambini.

Detto ciò, sicuramente il tonno è un elemento valido da aggiungere alle nostre diete sia per mettere su della massa muscolare sia se vogliamo rimetterci in forma togliendo via qualche chilo di troppo, ma la presenza di mercurio non è l’unico buon motivo per limitare il consumo di tonno in scatola.  Se comunque non ne potete fare assolutamente a meno di consumare il tonno, sia perché costa poco sia perché è molto pratico da consumare, ricordatevi sempre di non farne mai abuso.