Strano colore del tonno in scatola: attenzione non mangiatelo se ha questo aspetto

Il tonno in scatola è uno di quegli alimenti presenti in quasi tutte le case in quanto si tratta di un cibo altamente proteico e soprattutto facile da utilizzare per un insalata al volo, per veloci aperitivi, oppure per un piatto di pasta fresco e gustoso. Il tonno è un ottimo alimento per la salute, ma quello fresco è leggermente più difficile da reperire a parte il fatto che ha spesso dei prezzi piuttosto elevati. Quello nelle lattine, invece, è facilmente reperibile in qualsiasi supermercato anche se esistono, purtroppo, delle controindicazioni del tonno associate alla qualità del prodotto.

Scegliere i formati più grandi è certamente molto meglio rispetto a quelli piccoli. Il pesce, infatti, mantiene in modo migliore tutte le sue proprietà, in quanto risulta più compatto e meno sminuzzato. Bisogna tenere conto comunque che una scatoletta di piccole dimensione non è per niente l’ideale per contenere un blocco di muscolo. Di conseguenza, un contenitore piccolo spesso può essere composto di diversi resti di un singolo trancio che viene inscatolato in quelle più grandi e si rischia, in questo modo, di mangiare del macinato di pesce cotto e di scarsissima qualità.

La scatoletta dove viene conservato il tonno può essere inoltre dannosa per la nostra salute. Molto spesso, queste vengono trattate e contengono delle sostanze nocive che il tonno assorbe poi durante tutto il suo periodo di conservazione. Per tale ragione è sempre meglio scegliere dei vasetti di vetro che riescono a mantenere meglio le proprietà nutritive del pesce e non contengono nessun tipo di sostanza nociva. Inoltre, nei vasetti è possibile osservare bene direttamente il colore e la qualità del tonno. Se il tonno confezionato assume un bel colore rosato, questo è indice di freschezza e potete stare tranquilli.

Ma, al contrario, se esso assume un tipico colore rosa grigio o rosa giallognolo, o ancora tendente al verde, allora vuol dire che non è per niente un prodotto fresco. Ultima chicca utile: per chi ha problemi di colesterolo alto è sempre bene che segua un regime dietetico di tipo ipolipidico. Questo vuol dire che è sempre meglio evitare il consumo di tutti quegli alimenti che vengono conservati sott’olio, incluso proprio il nostro tonno. Pertanto, in questi si consiglia fortemente il consumo di tonno fresco oppure inscatolato ma sicuramente al naturale.