Questa marca di pasta non può essere più comprata: ecco perché

La pasta è un prodotto tipico del nostro paese. Proprio per questo l’Italia è uno dei maggiori produttori di pasta in tutto il mondo. Purtroppo però anche questo prodotto è stato oggetto di molte lamentele da parte di consumatori, lamentele che non sono rivolte soltanto a marche meno in vista, ma anche alle marchi più diffusi e più famosi. Sono proprio quelle polemiche a mettere in luce che molto spesso la popolarità, non è sinonimo di garanzia.

Come detto sopra la pasta è uno dei prodotti più consumati in tutto il globo, ma questo non significa che viene prodotta allo stesso modo in tutti i luoghi. Infatti, il processo è in grandi linee sempre lo stesso ma se guardiamo meglio, vedremo che già soltanto nel nostro paese, il processo di produzione che subisce la farina varia da regione a regione, da cultura a cultura. Ma la vera differenza sta nelle farine utilizzate, le quali sono solitamente di diversa provenienza l’una dall’altra.

Una volta che il processo di impasto termina possiamo modellare il composto ottenuto a nostro piacimento. Ovviamente ci sono già delle forme regolari più utilizzate, le quali comprendono sia formati di pasta molto piccoli, come ad esempio la pastina (adatta per i più piccoli) sia formati di pasta più grandi come ad esempio le lasagne o i cannelloni. Un fattore che non subisce alcun tipo di cambiamento da territorio a territorio è la cottura. Infatti, la pasta dev’essere cotta in acqua rigorosamente bollente e salata.

La pasta fresca ha bisogno soltanto di qualche minuto di cottura, mentre la pasta confezionata, dev’essere cotta per i minuti indicati nella confezione. Un piccolo trucchetto è quello di assaggiarla di volta in volta così da decidere noi stessi il grado di cottura desiderato ed eventualmente, se aggiungere un po’ di sale. Per cosa sono state accusate le maggiori industrie italiane di pasta? I consumatori accusano le grandi industrie di non garantire quella qualità che tanto promettono, infatti sono stati ritrovati dei vermi ed alcune tipologie di piccoli insetti all’interno delle confezioni.

Inoltre, l’allerta è dovuta anche alla presenza di varie sostanze, le quali per legge sono vietate, poiché ritenute nocive per il nostro corpo. Vediamo di quali sostanze si tratta nello specifico. Spesso capita che non tutti i cibi che portiamo sulla nostra tavola siano genuini e salutari, questo perché vengono utilizzati dei pesticidi per evitare il degrado dei prodotti. Il miglior consiglio da seguire è quello di acquistare (almeno la maggior parte delle volte) dei prodotti freschi, così da scongiurare vari rischi per la nostra salute e quella dei nostri cari.