Cosa succede se mangiamo nutella scaduta? Ecco la risposta

Siamo sinceri, la nutella è una delle cose più buone da mangiare in questo mondo, ma non dobbiamo farci ingannare dalla sua infinita bontà e stare sempre in allerta, controllando la scadenza. Superare la data che indica il giorno in cui è consigliato consumare un determinato prodotto, non è assolutamente da sottovalutare, poiché potrebbe portare a rischi, anche abbastanza seri, per la nostra salute. Ecco in quali problematiche possiamo imbatterci e come poterle riconoscerle in tempo. La nutella è da sempre uno degli alimenti più mangiati ma anche uno di quelli più versatili.

Per questo motivo è tanto amato sia dai più grandi che dai più piccini, dunque, stiamo attenti alla data di scadenza così da proteggere al meglio i nostri figli. Prima di parlare di Nutella però dobbiamo puntualizzare che il rischio per la nostra salute, riguarda qualsiasi tipo di alimento scaduto. In linea generale la data raffigurata, rappresenta sempre una data di consiglio nel consumarlo entro quel giorno, di conseguenza non accade nulla se sgarriamo di qualche giorno. Vediamo insieme cosa accadrebbe se invece quell’alimento è andato a male. Innanzitutto, non dobbiamo preoccuparci se abbiamo conservato bene il barattolo di Nutella, ma comunque, in ogni caso, è davvero raro che la nutella dimostri segni di invecchiamento.

Uno dei fattori da cui potremo capirlo è il gusto, quando quest’ultimo comincia a cambiare, ovvero non sarà più molto cremoso ma tenderà a indurirsi a causa dell’ ossidazione di grassi o di olio contenuti in essa. Ma fortunatamente questo non comporta gravi problemi di salute dopo la sua consumazione, purché la nutella non presenti altri fattori oltre il cambiamento del gusto, come ad esempio dei segni di deterioramento del prodotto più o meno evidenti. Dunque, per capire meglio se la nostra amata nutella è scaduta ormai da tempo, dobbiamo fare molta attenzione, al suo colore nero, alla sua consistenza dura, all’odore pungente e stagnante, ed infine al suo gusto amaro e all’aspetto visivo (ad esempio se vi sono presenze di muffe o altro.

È ovvio che nel momento in cui risulti uno di questi sintomi, la nutella dovrà essere immediatamente gettata via. Nel caso in cui sottovalutando la questione, dovessimo assumere una sostanza infetta, in questo caso della nutella scaduta, il nostro organismo, porterebbe andare anche incontro ad una grave intossicazione alimentare, la quale, di conseguenza, potrebbe portare al coma o se non curato anche al decesso. Quindi, in caso di ingestione di prodotti scaduti è opportuno rivolgersi subito al proprio medico di fiducia.