“Ho risolto il problema della puzza nel mio WC”: ecco come

Il bagno è, o perlomeno dovrebbe essere, l’ambiente che richiede una pulizia frequente (quotidiana per giusta regola) e molto più accurata rispetto alle altre stanze della casa, ma sappiamo tutti che per quanta cura è deduzione si metta nelle pulizie, può capitare di trovare la stanza impregnata dal cattivo odore, il quale risale spesso dagli scarichi di sanitari come ad esempio dal wc o dal lavandino, ma anche dalla doccia. Se anche voi avete a che fare con i cattivi odori e non sapete come liberarvene, siete nel posto giusto, ecco dei piccoli e soprattutto efficaci trucchetti, che vi aiuteranno a mantenere il vostro bagno sempre in ottime condizioni.

Innanzitutto dobbiamo capire da cosa è causato il problema. le possibili cause di questi odori nauseabondi che risalgono dallo scarico del wc oppure del lavandino poco importa, sono il risultato di tutti i residui organici che vengono accumulati negli scarichi. Una delle cause principali è rappresentata dal sifone. Quest’ultimo è fondamentale per evitare fastidiosi odori all’interno del bagno. Infatti, è caratterizzato da una forma curva, la quale serve appunto per fare da vero e proprio “cuscinetto” ed impedire la risalita degli odori dallo scarico. Nonostante ciò, per poter svolgere questa funzione di tappo, all’interno della curva, non deve mai mancare dell’acqua, ad un livello abbastanza adeguato.

Pertanto, il primo fattore da considerare in caso di sentore di fogna, è proprio il livello dell’acqua nel sifone, il quale potrebbe essere troppo basso e quindi non svolgere adeguatamente la sua funzione di “tappo”. Però non sempre il problema è causato da un mal funzionamento del sifone. Infatti, se l’acqua nel sifone è a posto, il problema potrebbe derivare dal fatto che possono esserci dei depositi lungo le tubature, costituiti principalmente da residui di shampoo, sapone, capelli, schiuma da barba, ed altri prodotti da bagno, i quali con il tempo possono accumularsi nello scarico e a lungo andare ostacolare il normale deflusso dell’acqua, dando luogo alla formazione di sgradevoli olezzi.

Il primo metodo che vi segnaliamo a pronta disposizione in tutte le case, è l’utilizzo di prodotti chimici, disgorganti ecc, presenti in grande quantità sul mercato ma sicuramente più nocivi. Se invece volete provare un’alternativa del tutto naturale, vi consiglio di provare il bicarbonato combinato all’aceto, il quale non solo pulisce ma persino disinfetta. Si procede semplicemente versando nello scarico interessato, una buona dose di bicarbonato ed aggiungere l’aceto precedente diluito con acqua. Il bicarbonato a contatto con l’aceto provoca una naturale reazione chimica, la quale producendo una schiuma bianca, pulirà le tubature.