La candeggina è utile per togliere la muffa? Ecco la risposta

Tutti almeno una volta, abbiamo avuto a che fare con problemi di muffa, di conseguenza, ci siamo posti il problema di come toglierla velocemente e facilmente dalle mura di casa. La presenza della muffa in casa, soprattutto durante il periodo invernale, è un problema che colpisce un po’ tutte le famiglie del nostro paese, a prescindere sia dal comune di residenza, sia dalla tipologia di immobile in cui si vive. La muffa, si genera quando vi è una forte umidità nell’ambiente, la quale si deposita sulle pareti interne o esterne di una casa.

Provocando non solo macchie sul muro poco piacevoli dal punto di vista estetico, ma soprattutto rendendo la stanza nella quale si crea nociva per la nostra salute e quella dei nostri familiari. Proprio per questo motivo, nel momento in cui si procede con la scelta di una nuova abitazione, bisognerebbe valutare come fattore fondamentale, la sua esposizione al sole, così da capire in anticipo se nel corso degli anni, dovremmo fare i conti con la muffa, dunque dobbiamo valutare l’eventuale presenza di stanze umide per la maggior parte del giorno. Prima di elencarvi i vari metodi di risoluzione del problema, è importante stabilire le cause di formazione della muffa.

Nel caso in cui la muffa è stata generata da umidità da condensa, solitamente questa tipologia di problema si presenta nelle superfici o in parti fredde della casa, ed è causato dell’acqua che dal terreno viene poi assorbita per capillarità dai muri. Una delle soluzioni più efficaci, una volta stabilità l’entità del problema, è quella del cappotto termico, ovviamente nel caso in cui ci sia scarso isolamento termico. Molto spesso infatti, un buon mix di ventilazione con un adeguato cappotto termico può risolvere per sempre il problema dell’umidità. Ma purtroppo non sempre basta questo, allora esistono fortunatamente svariate soluzioni per liberare le pareti della propria casa dalla muffa senza dover necessariamente fare ricorso a ditte specializzate.

Vediamo insieme di cosa si tratta. Alcuni di essi sono rimedi naturali, altri invece, richiedono l’utilizzo di prodotti chimici come ad esempio la candeggina, ma che possono comunque portare a ottimi risultati. Per quanto riguarda l’utilizzo della candeggina, la procedura da seguire è molto semplice. Basterà spruzzare il prodotto (leggermente diluito) sulla macchia di muffa e lasciarlo agire per qualche minuto. Dopodiché si potrà rimuovere lo sporco in eccesso con un panno asciutto (attenzione a non strofinare pesantemente). Inoltre, tenere mente che questa tecnica può essere utilizzata solo sulle pareti bianche, sui colori potrebbe, infatti, provocarne lo sbiancamento